Xiaomi Mi 7 è sempre più protagonista delle nostre pagine, il che non dovrebbe sorprendervi, giusto? Stiamo infatti parlando dello smartphone più discusso e atteso di questo 2018, che dovrebbe innovare la gamma Mi per design e specifiche tecniche.

Molti di voi sono in parte delusi, perchè – alla luce di quanto emerso in queste settimane – parrebbe essere stata confermata la presenza del notch. Ma tutto ha un senso: il colosso cinese punta a massimizzare il rapporto screen to body, ma non vuole rinunciare all’implementazione di un sistema per il riconoscimento del volto 3D. Ecco dunque spiegata la ”tacca” così odiata e, al tempo stesso, apprezzata.

 

Xiaomi Mi 7 è sinonimo di innovazione

Con Mi 7, Xiaomi non può e non deve fallire. Il produttore cinese ha annunciato il suo arrivo in Europa, compresa la nostra Italia; in particolare, a Milano, il 24 maggio aprirà il primo Mi Home Store, un negozio dedicato esclusivamente ai prodotto Xiaomi!

Il suo top gamma andrà a sfidare i soliti iPhone X e Galaxy S9; è dura, ovviamente. Ma Xiaomi Mi 7 può farcela, e l’impresa richiede le migliori tecnologie possibili a prezzo estremamente competitivo.

Il Mi 7 sarà il secondo smartphone di punta della compagnia per questo 2018, dopo Mi MIX 2S. Abbiamo un prodotto realizzato in metallo e vetro, perchè supporterà la ricarica wireless Qi di tipo veloce. Sappiamo anche il suo processore, che altri non poteva essere: Snapdragon 845 di Qualcomm, coadiuvato da 6GB / 8GB di RAM e fino a 256GB di storage UFS 2.1. Il massimo che il mercato possa offrire.

Il display dovrebbe essere un 6 pollici di diagonale Full HD di tipo OLED, con notch. Ancora una volta, Xiaomi decide di non implementare il 2K per non impattare eccessivamente sulla batteria. Una scelta che riteniamo essere ben ponderata, e ci piace.

Dal punto di vista estetico, poi, Xiaomi Mi 7 esibirà una doppia fotocamera verticale sul retro, simile a Mi MIX 2S e Redmi Note 5 Pro; altresì, mancherà del jack per cuffie da 3,5 mm – non esattamente una sorpresa, visto che già Mi 6 mancava di questa feature.

Nella parte inferiore vi sarà una porta USB Type-C, un altoparlante e un microfono, mentre i pulsanti di accensione / blocco e bilanciere del volume sono a destra. Di conseguenza, il carrellino delle SIM sarà a sinistra.

Ma la vera innovazione risiede nel pannello frontale. Si, perchè Xiaomi Mi 7 sarà dotato di un lettore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali in-display. E questo sarebbe confermato dalle cover recentemente diffuse su internet da un distributore cinese.

In tal senso, non ci resta che attendere la presentazione ufficiale, che dovrebbe avvenire entro la fine di questa estate.