brevetto MicrosoftMicrosoft ha detto addio alla sua Band 2 con lo scopo ultimo di volgere la propria attenzione verso soluzioni alternative e ad alto contenuto tecnologico. Soluzioni che abbracciano la naturale evoluzione del trend tecnico e che si affacciano con nuovi brevetti che anticipano alcune nuove funzionalità implementabili nel futuro indossabile.

 

Microsoft: due brevetti per un device poco convenzionale

Microsoft sta impegnandosi nella realizzazione del suo primo dispositivo pieghevole mentre lavora di concerto con il team interno di ingegneri allo scopo di porre in essere un cambiamento anche per quel che riguarda i sistemi indossabili di prossima generazione. IN particolare si gettano le basi per un supporto che vede in primo piano due nuovi brevetti.

Il primo di questi brevetti, datato Novembre 2017, descrive alcuni sensori cutanei elettricamente conduttiviusabili per misurare il livello di stress e altre tipologie di parametri vitali.brevetto Microsoft indossabile sensori

Il secondo, invece, risale a Febbraio 2017 e mostra un nuovo sistema per il monitoraggio della pressione sanguigna alla stregua di quello descritto potenzialmente per l’Apple Watch, che invece di prevederlo integrato alla band lo vede quale componente esterno aggiuntivo nella soluzione Apple.

Come riportato in documentazione si tratterebbe comunque di un sistema di analisi approssimativo basato solo su una stima della pressione arteriosa derivante da alcuni parametri come la “pressione radiale del polso” e la “velocità dell’onda dell’impulso aortico”. Niente a che vedere quindi con strumenti di alto livello come gli Sfigmomanometri. 

Ciononostante si tratta senz’altro di qualcosa mai visto prima e da parte nostra non aspettiamo altro che di vedere all’opera questi nuovi congegni. Voi che cosa ne pensate?