Call Center: ecco come ti truffano per convincerti a passare a Tim, Wind, Tre e VodafoneAncora una volta i call center al centro di una polemica. Si sa quanto questo servizio sia poco apprezzato dagli italiani, a causa delle loro chiamate inopportune ad ogni ora del giorno. Sebbene ci siano delle procedure che li possono bloccare, sono ancora tantissime le persone che ogni giorno vengono contattate per qualche offerta imperdibile di cui non erano a conoscenza.

Va ricordato però, anche se possono essere una bella scocciatura, che si tratta pur sempre di un lavoro e che dietro quelle voci, dall’altra parte dell’apparecchio, ci sono delle persone in carne e ossa, spesso sottoposte a ritmi di lavorativi molto faticosi e spesso malpagati. Tutto giusto, se non fosse che recentemente sono arrivate delle testimonianza di vere e proprie truffe tramite call center. In questo caso la situazione si fa seria.

Precedentemente era venuta a galla la truffa di phishing tramite call center, ma quella di cui parliamo oggi riguarda gli operatori telefonici. Vediamo di capire come funziona questa truffa, così da comprendere anche come evitarla. Questo imbroglio è volto a farci cambiare operatore telefonico in maniera illecita. La truffa si divide in due momenti ovvero due diverse chiamate, una di seguito all’altra.

La prima chiamata viene effettuata di un operatore che si spaccia per un impiegato della nostra compagnia telefonica. Nella concitazione della telefonata potreste non fare troppo caso a come si qualifica e questo va a suo vantaggio. Questi vi comunicherà degli improvvisi aumenti nella tariffa del contratto che al momento avete con la sua compagnia. Ovviamente questo non vi farà felici ed è proprio su questo che contano i truffatori.

 

Tim, Wind, Tre e Vodafone: fate attenzione ai call center

In seguito a questa telefonata ne arriva una seconda. In questa sarà un’altra persona a parlarvi, che si presenta come rappresentate di un’altra compagnia telefonica. Manco a dirlo, questo vi informerà che, guarda a caso, proprio in questo periodo la sua compagnia propone delle offerte che risultano più convenienti di quella della telefonata precedente. Così il gioco è fatto. Puntando sul vostro risentimento e sul vostro legittimo desiderio di pagare di meno, verrete così convinti a sottoscrivere un nuovo contratto con questa compagnia telefonica e rescindere il precedente.

In seguito alle tante segnalazioni da nord a sud la polizia sta indagando. I call center che operano con questa truffa vengono di volta in volta sequestrati dalle autorità, assieme a computer e tabulati telefonici. Con il procedere delle indagini si spera di stabilire quali siano le reali responsabilità delle compagnie. Le quali potrebbero avere subappaltato i call center, così da ottenere questo servizio. Intanto sempre le forze dell’ordine stanno facendo informazione di prevenzione.

Noi ci uniamo a loro nella speranza che parlare di queste truffe aumenti la consapevolezze delle persone e eviti che altri cadano in questo tipo di raggiri. L’arma per potersi difendere dai truffatori sia a telefono sia sul web, rimane sempre la diffidenza. Sempre diffidare di chi vi propone delle offerte troppo allettanti. In caso di dubbio è bene chiamare i servizi clienti o la polizia che sapranno chiarire ogni vostro dubbio e perplessità.