whatsapp vietato

Sono sempre più le persone che, seccate, decidono di abbandonare WhatsApp. La piattaforma di messaggistica più importante ha ad ora oltre un miliardo di individui attivi, sparsi in modo più o meno omogeneo su tutto il globo. Una grande fetta di pubblico è stabilizzato in America ed Europa, ma il successo travalica anche l’Asia ed ora l’Africa.

WhatsApp ed un mare di rivali

Anche se i numeri sono più che favorevoli, in tale fase storica sono molte le insidie per WhatsApp. Il portale di proprietà Facebook deve osservare da vicino i numerosi competitors già divenuti famosi o in rampa di lancio proprio durante questi mesi.

Un nome emblematico è quello di Telegram, chat che può vantare già un discreto numero di persone. Il punto forte di Telegram è  sicurezza: gli utenti si rivolgono alla chat con la speranza di riservare con maggior agio le informazioni personali.

Leggi anche:  WhatsApp: panico generale per la nuova truffa che cancella la memoria del telefono

La stella di Signal

Non tutto finisce qui. Se Telegram è nel suo miglior periodo storico, una inedita chat si sta facendo conoscere.Il nome è quello di di Signal, piattaforma di messaggistica mostrataper la prima volta da Edward Snowden, diplomatico americano molto discusso dall’opinione pubblica.

Anche per Signal la chiave del successo è la privacy. Il servizio è infatti sviluppato con una crittografia end-to-end a prova di bomba per tutelare riservatezza assoluta ai suoi iscritti.

Per WhatsApp ora non c’è pericolo sorpasso ed il primato non è in discussione, ma in futuro chissà…