Bella Golden ha lanciato la sua carriera su Instagram. Si presume che diventerà la prossima Ashley Graham

Lavorando come personaggio in costume a Disneyland in California, Bella Golden era abituata a farsi fotografare. Nonostante ciò, non immaginava di poter intraprendere la carriera di modella finché non c’è stata la svolta su Instagram.

Crescendo, Bella si sentiva sempre a disagio nel suo corpo. Era alta, ritenuta goffa, e ha sviluppato le sue curve molto presto. Adesso ha finalmente imparato ad amare se stessa, anche se non ha la fisionomia ritenuta perfetta dagli stereotipi. Anzi, adesso è persino ritenuta la prossima Ashley Graham. Di recente ha firmato con Whilhelmina – una delle più importanti agenzie di gestione del talento al mondo.

Per Bella Golden è iniziato tutto con un commento. Da tempo fan di Iskra Lawrence, che promuove messaggi positivi sull’accettare il proprio corpo, Bella ha commentato un post di Iskra. Quel commento casuale su Instagram ha lanciato la carriera di Bella. Il commento era molto semplice “tu sei una bella ragazza” o qualcosa del genere, in segno di approvazione per il messaggio positivo. L’agente di Bella l’ha scovata proprio così.

Bella Golden ha lanciato la sua carriera da modella grazie ad un commento postato su Instagram

“Il mio profilo era privato ma lei mi ha seguito e poi mi ha inviato il messagio il giorno dopo per chiedermi se ero interessato al mondo della moda“. All’inizio Bella ha pensato davvero che fosse una truffa perché non aveva mai fatto la modella prima e non sapeva nulla di quel mondo.

Leggi anche:  Arriva la nuova sfida #InMyFeelings sui social: persino le star si scatenato con Drake

Indossando qualsiasi cosa tra le taglie 12 e 16 (del Regno Unito), la Golden è considerata tra le più note nel settore. Bella ammette che non è particolarmente d’accordo con il termine modella, però dice di non esserne offesa dal momento che tutti sono diversi. Le persone le chiedono come si sente ad essere considerata una taglia forte, ma lei non la considero una cosa negativa.

Ha dichiarato che quando fa shopping online si rende conto guardando le guide e le misure delle taglie che non le piace nulla, ma poi ricorda che questa lotta coinvolge tutte le ragazze. Quindi, anche se non ha problemi ad essere etichettata come plus-size, pensa che il termine sia problematico perché non le piace l’idea della separazione in categorie. La giovane modella afferma che i social media l’hanno aiutata a sentirsi meglio con se stessa e spera che qualsiasi giovane donna che la segue possa iniziare a sentire la stessa cosa.