Facebook, una nuova pubblicità per chiedere scusa

Anche se l’attenzione sui fatti legati a Cambridge Analytica e Facebook sembrano essere passati in secondo piano, per il social network c’è ancora molto da fare per sistemare la situazione. In realtà, ogni giorno che passa, sta rilevando sempre più problemi, più per la compagnia che per gli utenti. Il fondatore, Zuckerberg, aveva già chiesto pubblicamente scusa, ma in questi giorni hanno messo insieme un nuovo annuncio nel quale riconoscono gli errori fatti e promettono di tornare a com’era un tempo. La cosa interessante, è che tale annuncio verrà pubblicato in TV, nei cinema e anche durante i playoff dell’NBA.

Un minuto per farsi perdonare

Lo spot in sé inizia con uno sguardo alla vecchia interfaccia di Facebook e in una sorta di umanizzazione, collega post a persone vere. In sottofondo, giusto per chiudere il quadro, una musichetta triste. Forse minimizza un po’ sugli errori fatti sottolineando come era occupati anche a gestire lo spam, le notizie false, l’uso improprio di dati e altro ancora. In ogni caso, si conclude affermando che torneranno a concentrarsi sugli utenti in tutto e per tutto.

Leggi anche:  Facebook: nuove truffe invadono il social, arrivano i nuovi trucchi per riconoscerle

È comunque un ammissione di colpe pubblica. Mostra quanto in realtà Facebook abbia iniziato a riconoscere che non ha semplicemente problemi che si manifestano qua e la, ma un vero e proprio problema d’immagine. Non è l’unico annuncio messo in piedi dal social in queste settimane. In giro per diverse città negli Stati Uniti erano comparsi degli annunci. Questi recitavano: “le notizie false non sono i tuoi amici” e “lo spam non è tuo amico“. Sembrerebbe che vogliano portare questi frasi anche in altre località.