Truffe carte di credito online: a che cosa è meglio fare molta attenzione

L’espansione e la crescita delle transazioni via web e del commercio online o se si preferisce dell’e-commerce non è più una novità da tempo. Moltissime transazioni si verificano sul web, ogni giorno ad ogni ora e questo movimento di denaro non accenna a fermarsi. Affidabilità, rapidità, efficienza e convenienza, queste le chiavi del suo successo. Sul web i prezzi sono molto più bassi e la disponibilità di prodotti e servizi e molto alta. Ma c’è un ma.

Forse solo i più ingenui tra le persone avevano pensato che tutto questo o denaro non avrebbe fatalmente attirato anche l’attenzione dei malintenzionati, fatto che si è puntualmente verificato, Ed è così che negli anni si sono moltiplicate le truffe online, sottraendo spesso grandi somme ad innari acquirenti. Ecco quali sono le più comuni e ricordate che conoscerle è il primo passo per evitarle.

Sono a grandi linee divisibili in due categorie, quelle che avvengono tramite il furto di dati personali e codici di accesso e quelle che invece si svolgono più propriamente nel commercio online.

Le prime hanno un nome che forse molti di voi conosceranno, si spera non per esperienza diretta, né come truffati e né come truffatori. Il nome di battesimo è Phishing.  Questo termine sta ad indicare l’attività truffaldina di inviare comunicazioni fraudolente e false ai possessori di carte di pagamento. Queste comunicazioni simulano quelle ufficiali della banca per esempio, allo scopo di estorcere i codici della carta stessa. I truffatori sfruttano tutti i mezzi a loro disposizione: e-mail, messaggi SMS, messaggi tramite Whatsapp e addirittura chiamate truffaldine da call-center. IL modo per sfuggire a questi ladri, perché nient’altro sono, è non fidarsi, non rispondere. Ricordate che la vostra banca non vi chiederà mai informazioni del genere, quindi chi vele chiede vuole solo truffarvi e rubare i vostri soldi.

Leggi anche:  Postepay e Postepay Evolution sotto attacco: carte svuotate e nuove truffe

L’altra grande truffa è quella che avviene sui siti di compravendita come Amazon. In questi alcuni ladri potrebbero creare dei profili falsi e con questi pubblicare annunci di aggetti che in realtà non hanno alcuna intenzione di vendere o che addirittura non sono loro bensì foto prese dal web. State sicuri che in questo caso, una volta effettuato il pagamento non vi arriverà nessun oggetto e il truffatore avrà i vostri soldi. Anche in questo caso diffidate da offerte troppo vantaggiose e usate mezzi di pagamento il più sicuri possibili.