carta di creditoDa molti anni ormai le carte di pagamento sono diventate uno strumento fondamentale nella vita di tutti i giorni. Innanzi tutto chiariamo cosa si intende con queste due parole.

Le carte di pagamento furono inventate negli ’50 negli Stati Uniti e nacquero come strumento per pagare nei ristoranti. Sotto questa grande famiglia possiamo dividerle in tre gruppi: le carte di credito, le carte di debito e le carte prepagate.

Le prime due sono associate ad un conto dove il cliente deposita i propri soldi. Al momento del pagamento se si usa una carta di credito i soldi verranno prelevati non nel momento stesso. Infatti il prelievo di denaro viene posticipato, quindi è possibile pagare anche con soldi che al momento non si possiedono. Invece per i pagamenti con la carta di debito il pagamento è contemporaneo all’operazione.

Altro discorso per la carta prepagata, questa non attinge direttamente da un conto ma viene di volta in volta ricaricata dall’utente a suo piacimento e a seconda dell’esborso.

Questi tipi di pagamento sopra elencati sono diventati sempre più usati perché offrono numerosi vantaggi, citiamone alcuni. Innanzi tutto garantiscono molta più sicurezza, infatti il proprietario di carta di pagamento non è costretto a portarsi dietro ingenti somme di denaro contante, esponendosi al rischio di essere disturbato. Questo è un grande vantaggio anche in fatto di comodità. Ma il vero salto in avanti è avvenuto nei nostri anni, vediamo come e perché.

Carta di credito: quale scegliere e perché?

Le carte di pagamento sono diventate fondamentali infatti con lo svilupparsi dell’e-commerce, ovvero del commercio online. E’ infatti grazie a questi strumenti se possiamo acquistare beni e servizi da tutto il mondo e direttamente da casa nostra.

Leggi anche:  Allarme sicurezza: dati e conti correnti a rischio a causa di un nuovo attacco radio

Ma ogni rosa ha le use spine, vale a dire che era impensabile che un così grande flusso di denaro, anche se non denaro contante, passasse inosservato agli avidi e attenti occhi della criminalità. Infatti c’è chi, armato di pessime intenzioni, ha pensato bene di trarre illecitamente vantaggio da questa situazione. Vediamo dunque come porci al riparo da questi truffaldini tentativi.

Se si vuole scegliere quale carta conviene usare nei pagamenti online, per essere più al sicuro possibile, la risposta è che ci sono vari metodi. Questo a prescindere dalla carta utilizzata. Questo perché entrambi i servizi si impegnano per mantenere un livello di sicurezza più alto possibile, con un fattore che fa la differenza.

La carta prepagata, proprio per la sua stessa costituzione contiene a disposizione solo un numero limitato di denaro. Quantità di denaro che viene scelta dal possessore della carta, il quale la ricarica nel momento in cui gli serve e in maniera proporzionata alle esigenze.

Ecco perché la carta prepagata è lo strumento più consigliabile da impiegare in questi casi. Poiché, nella malaugurata ipotesi che vi vengano sottratti cadici di acceso, i malviventi potranno prelevare una quantità limitata di denaro.

Sarà anche più facile che la banca vi rimborsi. Ma ci sono anche altri metodi per stare più sicuri. Ci sono servizi appositi come Postepay e Amazon pay che fanno da intermediari nelle transazioni. Questo così da non mettere a repentagli i propri dati personali.

Ad ogni modo il metodo più sicuro per non avere problemi rimane quello di stare attenti e di non rivelare i proprio dati sensibili.