5 pericoli dell'utilizzo di carte di credito - e come evitarliLe carte di credito possono fornire grandi vantaggi e permettono di guadagnare denaro o premi per i tuoi acquisti. Servono anche come strumenti per aiutarci a creare un credito e sono determinanti se vogliamo intraprendere un acquisto importante.

Ma ci sono alcuni rischi nell’utilizzo delle carte di credito. Se sei a conoscenza dei loro pericoli, puoi evitare di commettere questi errori usandole saggiamente e approfittando dei vantaggi, dei benefici e dei premi.

Di seguito, sono elencati cinque rischi legati alle carte di credito, oltre a suggerimenti su come gestirli.

1. Avere un debito con la carta di credito, ovvero “conto in rosso”

Un limite di credito dovrebbe essere ritenuto come un prestito a voi stessi ed esteso da un fornitore di carta di credito rispetto al denaro da spendere. I saldi delle carte di credito vengono generalmente conteggiati con i tassi di interesse. Ogni volta che si aggiorna il saldo e non lo ripaghi interamente nel ciclo di fatturazione, dovrai pagare molto di più in termini di interessi. Questo può rendere difficile uscire dal debito della carta di credito.

Un esempio: se il limite di credito della tua carta è di 2.000 euro, questo non significa che dovresti pianificare di spendere 2.000 euro quel mese; a meno che tu non sappia che puoi pagare subito il conto. Prendi in considerazione la possibilità di creare un budget mensile e capire quanto ti puoi permettere di spendere. Quindi, cerca di non superare questo limite. Esistono diverse app e strumenti che possono aiutarti a tenere traccia delle tue spese.

2. Mancano i pagamenti con carta di credito

La cronologia dei pagamenti è uno dei maggiori fattori che contribuiscono ai tuoi punteggi di credito. Pertanto, i pagamenti mancanti possono avere un impatto significativo sul tuo credito. Inoltre, se perdi un pagamento, in genere ti verrà addebitato un ritardo.

Leggi anche:  Truffe online: 3 consigli e trucchi per non farsi prosciugare la carta di credito

Un modo per evitarlo è impostare i pagamenti automatici. Con l’autopay, non dovrai preoccuparti di dimenticare di pagare il conto, ma sarai responsabile di assicurarti che ci sia abbastanza denaro quando il pagamento automatico viene ritirato.

3. Effettuare un saldo e incorrere in pesanti interessi

I tassi di interesse delle carte di credito possono variare in base alla carta e al merito di credito, ma possono essere elevati. Se questo è il tuo caso e e hai problemi a pagarli, un’opzione che potresti considerare è quella di richiedere una carta di trasferimento del saldo. Alcune carte di trasferimento del saldo offrono un tasso introduttivo dello 0% durante un periodo compreso tra 9 e 21 mesi: il che significa che non pagherete interessi sul saldo in quel periodo.

4. Richiedere troppe nuove carte di credito contemporaneamente

Puoi evitare di richiedere più carte di credito di quante non te ne servano. E’ più facie gestirne una o due, anzichè diverse.

5. Limite di credito eccessivo

Il rapporto di utilizzo della carta di credito si riferisce alla quantità di limite di credito disponibile che stai utilizzando. Il tasso di utilizzo è un indicatore importante del rischio di prestito. I creditori credono che quando raggiungi o superi il limite di credito, è più probabile che tu abbia problemi a rimborsare il denaro di quanto farebbe qualcuno con un tasso di utilizzo più basso. Il che ti rende più “rischioso” per gli emittenti di credito. Una buona regola empirica è di mantenere l’utilizzo del credito inferiore al 30 percento. O, se possibile, prova a limitare le tue spese.