virus

Ormai nell’epoca in cui viviamo gli smartphone sono assurti al ruolo di cuore pulsante e centro di gravità della nostra vita. Sono milioni, forse anche miliardi, le persone che al giorno d’oggi non riescono a fare nulla senza il supporto del proprio dispositivo, che faticano fisicamente a farne a meno per più di cinque minuti. Proprio per questo motivo le notizie che stanno arrivando in questi gironi dalla Cina sono decisamente spaventose e preoccupanti, più di quanto possa sembrare in apparenza.

E’ infatti venuto fuori che un nuovo è spaventoso malware sta seminando il panico tra tutti gli smartphone dell’estremo oriente. Si tratta di Rotten Sys, il nuovo terrore dei dispositivi tecnologici, che ha già infettato e contagiato più di cinque milioni di telefoni di ultima generazione. Questa malvagio virus si traveste da servizio WiFi già preinstallato sui prodotti di numerose e famose marche quali: Honor, Huawei, Samsung, Xiaomi, OPPO, Vivo e Gionee.

Coinvolti ci sono dunque anche produttori di fama internazionale, soprattutto Samsung, ma il fattore che accomuna tutti gli smartphone colpiti è di essere stati commercializzati da un produttore cinese: Tian Pai. Tuttavia secondo gli studi effettuati dal team di esperti di Check Point, che è stato il primo a scoprire questa nuova e spaventosa minaccia, è venuto fuori che è abbastanza probabile che il distributore non abbia proprio niente a che fare con questa spiacevole situazione. Rotten Sys infatti può passare facilmente inosservato ad un primo controllo dal momento che non possiede nessun componente sospetto e non esegue alcun tipo di operazioni pericolose.

Leggi anche:  Android 9 Pie: alcuni utenti si sono già imbattuti in qualche inconveniente

Come molti altri virus del suo genere Rotten Sys è in continua comunicazione con un server centrale dal quale scarica tutta una serie di componenti malevole necessarie per iniziare poi le proprie operazioni. Al momento esse consistono in una massiccia campagna adware scaricando sul telefono in maniera massiccia e aggressiva banner e pop up assai invasivi, che in appena 10 giorni hanno fruttato più di 115.000 dollari ai creatori del malware.

Honor, Huawei e Samsung in pericolo a causa di un nuovo Virus

Tuttavia non c’è da preoccuparsi in maniera troppo eccessiva, poiché un modo per eliminare definitivamente Rotten Sys dal proprio dispositivo. Infatti è sufficiente controllare se siano installati e iseguenti pacchetti:  com.android.yellowcalendarz, com.changmi.launcher, com.android.services.securewifi e com.system.service.zdsgt. Una volta individuati, basterà eliminarli per risolvere il problema in maniera definitiva e permanente.

Un brutto e increscioso inconveniente quello occorso a circa 5 milioni di sfortunati clienti in Cina. La situazione andrà sicuramente monitorata ancora nelle prossime settimane, soprattutto per trovare una soluzione preventiva che impedisca l’installazione del malware. Nel frattempo è consigliabile prestare la massima attenzione e controllare sempre con la massima cura possibile, che non siano presenti pacchetti sospetti, le cui funzioni siano sconosciute, e nel caso questo si verificasse, è bene eliminare subito qualsiasi applicativo non originale proprio al fine di evitare che si verifica un genere di situazione spiacevole come quella occorsa in Cina.