OnePlus 6

OnePlus 6 dovrebbe arrivare sui mercati con un modem LTE di ultima generazione. Un chip con il supporto alla LTE Cat. 16 e quindi in grado di assicurare una velocità massima in download di 1000 Mbps che è un valore altissimo per un dispositivo mobile. Per fare un paragone OnePlus 5T e 5 si fermano a 600 Mbps di velocità massima.

LEGGI ANCHE: Wind Smart con minuti illimitati e 10 giga a 9 euro fino alla festa del papà

Queste sarebbero le indicazioni riportate in rete dalle più recenti indiscrezioni. Dettagli che si aggiungono ai precedenti di cui vi abbiamo parlato in questo articolo e che ci stanno aiutando a delineare in anticipo il design e la scheda tecnica di OnePlus 6. Il nuovo flagship killer della casa cinese dovrebbe arrivare a metà di quest’anno, probabilmente a giugno.

OnePlus 6, design e scheda tecnica del top di gamma rivale di Galaxy S9

Lo smartphone è atteso con un aspetto molto simile a quello visibile nell’immagine di apertura. Un design semplice e minimale ma che segue la moda dei display generosi e del notch. Proprio così, OnePlus 6 avrà un display a filo con la scocca ed interrotto dal notch per alloggiare la fotocamera anteriore, la capsula auricolare e tutti i vari sensori.

Lo ha confermato anche la nuova beta del sistema OxygenOS e secondo i più vicini al brand, lo schermo sarebbe grande 6.28 pollici di diagonale e sotto quest’ultimo ci sarebbe il processore Octa Core Snapdragon 845. È il chip più potente che offre il mercato e OnePlus avrebbe deciso di supportarlo con due quantitativi di memoria.

Ci sarebbero 6 GB e 8 GB di RAM ma non è ancora chiaro se quest’ultimi condivideranno o meno la stessa memoria interna da 128 GB. Scontata la presenza di un buon comparto multimediale con una doppia fotocamera posteriore ed una singola anteriore, di un lettore di impronte digitali e di una batteria non rimovibile compresa tra 3300 e 3500 mAh.

Una batteria compatibile con la ricarica rapida Dash Charge. Il sistema operativo sarà Android Oreo con interfaccia personalizzata ed un nuovo sistema multitask richiamabile direttamente dagli angoli dello schermo divisi dal notch. Questi, infatti, potrebbero essere utilizzati dagli sviluppatori come scorciatoie per richiamare app ed impostazioni.

Maggiori informazioni su OnePlus 6 non tarderanno ad arrivar visto che difatti si sta avvicinando la presentazione in programma all’inizio dell’estate, per cui rimanete sintonizzati.