Android PIl sistema di auto-compilazione del testo e delle password migliorerà notevolmente ambiente Android P, dove il nuovo API Set Autofill consentirà di ottenere una migliore integrazione del sistema nei confronti dei browser di navigazione web primo fra tutti Google Chrome.

Android P: salvare e recuperare le password ed i dati non è mai stato così facile

Android P è stato appena presentato da Google che ne ha introdotto in via del tutto esclusiva le novità specifiche dal punto di vista grafico, delle funzioni e della sicurezza. In merito alla gestione delle API non ufficiali si era aperto un focus specifico, ma oggi entriamo nel dettaglio di una serie di altre funzioni di sistema che rendono la vita facile all’utente.

In particolare Google ha previsto un nuovo sistema ad alta integrazione per il recupero dei testi in funzione Autofill. Grazie al nuovo set di API Android saremo in grado di compilare in maniera rapida e sicura tutti i campi di testo senza che l’OS vada in conflitto con le soluzioni previste dai vari browser di navigazione, primo tra tutti Google Chrome.

Le funzioni di completamento automatico non offrono al momento una soluzione accettabile. Browser come Chrome, Firefox e Microsoft Edge risentono di fatto dell’impossibilità di procedere ad utilizzo delle feature, che hanno richiesto un attento lavoro di ri-programmazione del codice che sarà apprezzabile a partire dalle release Android P.

Con l’ultima versione Google si assicurerà la messa in opera delle nuove funzionalità senza limitazioni di sorta. La versione definitiva dell’OS dovrebbe giungere all’attenzione degli utenti interessati entro e non oltre la prossima estate, salvo varie ed eventuali complicazioni.