brevetto Meizu smartphone

Meizu è pronta a dare un tocco rivoluzionario al mondo della telefonia mobile intelligente attraverso un prodotto che, in un prossimo futuro, consentirà di apprezzare le forme e le fattezze di uno smartphone a tutto schermo decisamente alternativo.

Meizu dice addio a design notch-style e propone la sua idea di display

Il trend del momento vede in pole positon le soluzioni borderless a tutto schermo. Lo abbiamo visto con Galaxy S9 e con tutti quelli che sono stati gli indiscutibili campioni di design e performance nel contesto del passato MWC 2018.

Nel quadro delle aziende next-gen rientra anche Meizu, che propone oggi la sue originale idea di brevetto. Si parla di uno smartphone in cui sensori e fotocamere sono nascosti nella parte alta del device lasciando ampio spazio ad un’unità di visualizzazione interattiva che non introduce limitazioni di sorta.

La soluzione proposta dal costruttore è decisamente all’avanguardia, e pone un nuovo limite fisico alle dimensione degli odierni display. Per ottenere questo incredibile risultato Meizu si è proposta l’utilizzo del grafene, un materiale molto flessibile adottato anche per la realizzazione di rivoluzionari caricabatteria integrati negli indumentibrevetto smartphone Meizu

Leggi anche:  Google Pixel 3 XL: lo smartphone viene ancora una volta avvistato dal vivo

Un device con caratteristiche simili rischia seriamente di sgominare un’agguerrita concorrenza la cui attenzione risulta concentrata in direzione delle soluzioni pieghevoli e flessibili di prossima generazione. L’intento, in questo caso, è quello di proporre una soluzione classica rivisitata in chiave Hi-Tech.

La trasparenza del grafene unita alla sua resistenza intrinseca e ad una serie di altre proprietà caratteristiche conferirà allo smartphone Meizu un profilo originale mai visto finora. Nessuna intenzione di procedere a favore di un design che ricalchi le orme degli iPhone X e delle loro notch-area quindi, ma piuttosto qualcosa di inedito.

Si tratta, ad ogni modo, di un brevetto che per sua stessa natura non ha quindi la pretesa di diventare commercialmente valido. Ma l’idea che sta alla base dell’ambizioso progetto getta nuova luce su un mercato divenuto ormai troppo ripetitivo. Non trovate?