Sony Xperia XZ Pro

Sony Xperia XZ2 è il top di gamma Android che il produttore nipponico ha presentato al Mobile World Congress 2018 di Barcellona. Uno smartphone sicuramente interessante che però non avrà nulla a che vedere con il flagship killer che Sony ha intenzione di rilasciare quest’anno.

LEGGI ANCHE: È giusto lasciare la batteria dello smartphone in carica tutta la notte?

Un top di gamma con display 4K che secondo nuove indiscrezioni si baserà sul design “Ambient Flow” che Sony ha presentato al Mobile World Congress proprio con i suoi nuovi Xperia XZ2 ed Xperia XZ2 Compact. Oltre a cornici notevolmente ridotte, lo smartphone avrà uno schermo da 18:9 con un incredibile risoluzione: 4K+ 4320 x 2180 pixel.

Il produttore giapponese non ha presentato uno smartphone 4K dall’anno scorso, quando ha esordito alla scorsa kermesse catalana Xperia XZ Premium. La maggior parte degli esperti del settore concordano sul fatto che la differenza tra risoluzioni QHD e 4K su pannelli dalle dimensioni piccole perché utilizzati su dispositivi mobili è invisibile.

Almeno ad occhio nudo. Il più grande vantaggio, infatti, di avere una tale tecnologia integrata in uno smartphone è quella di fornire esperienze di realtà virtuale. La migliore esperienza con soluzioni VR in cui Sony è una delle aziende più promettenti sotto questo punto di vista, basti pensare al PlayStation VR.

Leggi anche:  Sony Xperia XZ3 offre comandi vocali Google Assistant esclusivi per la vostra comodità

Sony, come dovrebbe essere il flagship killer Bezel-Less con Display 4K

Le informazioni in nostro possesso su questo incredibile top di gamma Android non sono molte. La sua presentazione e commercializzazione nei mercati più importanti è prevista per la fine dell’anno. A livello tecnico lo smartphone dovrebbe avere uno schermo da 5.5 pollici di diagonale, risoluzione 4K e tecnologia HDR.

In realtà le tecnologie di visualizzazione saranno molte altre e tutte ereditate dal comparto TV di Sony. Lo schermo potrebbe essere anche più grande ma questo dipenderà dal lavoro di ottimizzazione delle cornici da parte dei designer. Scontata la presenza dello Snapdragon 845 con processore Octa Core e GPU Adreno 630.

La memoria a supporto per un simile dispositivo potrebbe essere da almeno 6 GB per la RAM e da 128 GB per il comparto multimediale. Quest’ultimo, soprattutto se verrà confermata la propensione verso la realtà virtuale, dovrà essere particolarmente capiente oltre che veloce.

Tanto veloce nelle operazioni di lettura e scrittura da rendere unica l’esperienza di acquisizione video. Dovrebbero esserci una doppia fotocamera posteriore ed una fotocamera anteriore. Scontata la presenza di altre caratteristiche come il modem 4G, WiFi, Bluetooth, NFC e GPS, una batteria adeguata allo schermo ed un lettore di impronte.