Samsung brevetto smartphone

Samsung Electronics ha ideato tre nuovi design di brevetto mai visti prima per quanto concerne i prodotti legati al mercato consumer degli indossabili intelligenti e degli smartphone. Si parla solo di design, ma ciò che è emerso è davvero sensazionale.

Samsung brevetta nuovi dispositivi: design unico per i prossimi smartphone e smartwatch

Samsung si è portata avanti con il suo Galaxy S9 e elogiato per il suo design e rinomato per le sue dotazioni hardware in relazione al display ed al comparto camera. Ad ogni modo, la compagnia sudcoreana getta un occhio al futuro di una tecnologia che vede in primo piano smartphone completamente privi di pulsanti fisici e porte, soluzioni flessibili e indossabili flexible che hanno davvero dell’incredibile.

Smartphone Samsung senza pulsanti e porte esternesmarpthone display Full-Size brevetto

Il primo dei tre brevetti depositati dalla società concerne il design di un telefono intelligente concepito già  nel 2015 ed ora tornato in voga con il trend evolutivo delle future soluzioni flessibili. A questo indirizzo troviamo la documentazione originale che descrive un potenziale device con ricarica wireless, scanner di impronte sotto allo schermo e sistema di connettività wireless per l’audio in cuffia.

Tasti fisici per volume control ed accensione/stand-by totalmente assenti e bordi sensibili alla pressione in stile Edge Sense completano il profilo unitamente ad un sistema di impermeabilizzazione efficace contro fluidi e polveri sottili.

Smartphone Samsung pieghevole a libro Single-Display

smartphone pieghevole Samsung brevetto

La seconda soluzione prospettata dalla compagnia è uno smartphone Samsung pieghevole con chiusura book-like risalente al 2016. Una sorta di Axon M rivisitato che contempla però l’uso di un singolo display flessibile. Una soluzione senz’altro innovativa e fuori dal convenzionale.

Indossabile Samsung Flessibilewearable samsung brevetto

Chiude il cerchio delle proprietà intellettuali anche un braccialetto intelligente pieghevole Samsung il cui brevetto è stato concesso nel 2015. In questo caso, si parla di un cinturino unico flessibile ed adattabile secondo necessità dall’utente.

Al momento è difficile stabilire se davvero vedremo soluzioni simili accompagnarsi al mercato delle future soluzioni intelligente ma, ad ogni modo, i presupposti per un radicale cambio di rotta ci sono tutti. Non credete?