Il prossimo chipset di punta di Qualcomm, lo Snapdragon 855, sarà realizzato con processo produttivo a 7 nm FinFET proprietario di TSMC. Basandoci su questa indiscrezione, i nuovi chipset appartenenti alla serie mid-range SD600 dovrebbero anche loro godere di un nuovo processo produttivo, giusto?

Un insider del settore si dice sicuro che Qualcomm aggiornerà la sua serie Snapdragon 600 con un processo a 10 nm. Questi nuovi chip dovrebbero essere lanciati nella seconda metà dell’anno, così da contrastare il nuovo Helio P60 di MediaTek, lanciato in occasione del MWC 2018 di Barcellona.

Il primo chipset appartenente alla famiglia Snapdragon 600 fu realizzato a 28 nm, mentre – ora – il più potente è Snapdragon 660, un chip da 14 nm.

Il passaggio ai 10 nm porterà miglioramenti significativi sia per quanto riguarda le prestazioni che nei consumi, poichè un processo più efficiente comporta necessariamente una riduzione del consumo energetico. L’ormai imminente Snapdragon 670 dovrebbe essere uno dei primi chip della serie a essere realizzato con processo a 10 nm; nella fattispecie, sarà un octa-core con 6 core Kyro per l’utilizzo quotidiano e 2 core Kyro ad altre prestazioni.

Lo snapdragon 670 avrebbe dovuto essere annunciato al MWC 2018, ma Qualcomm ha poi optato per la presentazione della nuova serie Snapdragon 700.

Tra l’altro, San Diego non ha fornito alcuna informazione sulla configurazione e il processo di produzione dei chipset serie Snapdragon 700, ma c’è un’alta possibilità che siano realizzati con processo a 10 nm.