WhatApp Payment: cos'è e come funziona

Quando è nato WhatsApp in pochi credevano ad un’evoluzione così massiccia. Eppure, al giorno d’oggi, il portale per la messaggistica istantanea utilizzato da mezzo mondo è molto diverso da quello che abbiamo conosciuto nel lontano 2012.

Sulla chat sono disponibile molte funzioni: si va da chiamate e videochiamate, alla geolocalizzazione, alle feature per le conversazioni di gruppo.

A breve WhatsApp si doterà dell’ennesimo grande strumento rivoluzionario: i pagamenti monetari. Sulla scia di quanto fatto da Apple con Apple Pay o da PayPal, attraverso la piattaforma per la comunicazione sarà possibile scambiare piccole somme di denaro con amici e contatti della rubrica.

Come funzioneranno i pagamenti WhatsApp

Il menù Impostazioni sarà integrato con la voce “Payments“. Proprio qui gli utenti dovranno registrare la loro carta di credito per effettuare le transazioni monetarie. Inviare soldi agli amici, poi, sarà semplicissimo.

Con vari tocchi sulla bacheca della chat, sarà possibile scegliere l’importo da inviare. Il passaggio di soldi sarà istantaneo e grazie alla crittografia end-to-end non ci saranno rischi per la propria privacy.

La sperimentazione di questa funzione è già partita in un paese dal territorio molto vasto come l’India. Gli sviluppatori di WhatsApp testeranno lo strumento in Asia e decideranno se rilasciare la funzione “Payments” a tutti gli utenti già nel corso di questo anno.

Uno strumento contro la concorrenza

E’ chiaro come, con una funzione del genere, la chat voglia distanziare eventuali rivali (Telegram su tutti) che già da tempo stavano ragionando sui meccanismi delle transizioni monetarie.