Signal riceve 50 milioni di dollari da WhatsApp
Signal riceve 50 milioni di dollari da WhatsApp

Signal è un’applicazione che permette di inviare messaggi molto sicuri. È un’applicazione  che ha lo scopo di porre l’anonimato e la sicurezza sopra ogni cosa. Un noto benefattore, fondatore di WhatsApp ha appena dotato ben 50 milioni di dollari.

Il benefattore è appunto Brian Acton, co-fondatore di WhatsApp che ha lasciato l’azienda lo scorso anno.

Il co-fondatore di WhatsApp dona 50 milioni di dollari a Signal Foundation

La donazione dal papà di WhatsApp è stata appunto rivolta a Signal Foundation, la nuova casa dell’applicazione che intende lavorare a 360 gradi per i servizi legati alla privacy e alla sicurezza. Il co-autore del Signal Protocol, Moxie Marlinspike ha spiegato: “Durante la vita del progetto, ci sono stati in media 2,3 sviluppatori a tempo pieno, e l’intero team di Signal non ha mai incluso più di 7 persone. Ha continuato: “Con tre piattaforme client da sviluppare, un servizio da realizzare e far girare, una lista crescente di integrazioni da gestire e milioni di utenti da supportare, ci hanno spesso messo in difficoltà“.

Leggi anche:  WhatsApp, ora ci siamo: esiste il metodo per spiare chiunque gratis

La Signal Foundation è un ente non a scopo di lucro, Marlinspike sarà quindi l’amministratore delegato di questa azienda, mentre Brian Acton ne sarà l’executive chairman. Su questa faccenda Acton si è così espresso: “Man mano che le nostre vite sono sempre più online, la protezione dei dati e la privacy diventano sempre più critiche. Non è importante soltanto per alcune persone in alcuni Paesi. È importante per tutte le persone del mondo in ogni momento della loro vita”.

E continua: “Dopo oltre 20 anni di lavoro presso alcune delle più grandi aziende di tecnologia del mondo, non potrei essere più contento di questa opportunità di creare un’organizzazione che incroci il mondo della tecnologia e del no profit. La nostra visione a lungo termine per la Signal Foundation è di offrire molteplici offerte che si allineino alla nostra missione”. Sembra quindi che l’intesa tra i due sia davvero molto forte, quasi sicuramente riusciranno a dare vita al loro progetto.