SkySky è in una situazione di grave difficoltà, moltissimi abbonati sono letteralmente infuriati a causa di un pericoloso disservizio che colpisce tutti coloro che hanno deciso di aderire a Sky Q. Le liste di attesa per l’attivazione del servizio sono lunghissime, ma l’azienda pare abbia trovato una soluzione per arginare le polemiche.

Nel corso del 2017, la pay TV inglese ha ufficialmente presentato al mondo la nuova piattaforma Q. L’ultima soluzione per offrire ad ogni famiglia che lo desideri una visione a 360° di tutti i canali inclusi nell’abbonamento. Il successo e l’aspettativa è stata talmente alta da portare decine di migliaia di consumatori italiani a chiedere l’attivazione dello stesso.

Sky si trova con le spalle al muro, ecco il più grave problema

Peccato che Sky non fosse preparata a venire invasa da cosi tante richieste. Di conseguenza, le liste di attesa per ricevere il servizio si sono allungate a dismisura. A d oggi si calcola che sono necessari almeno 2 mesi per ricevere il tecnico presso la propria abitazione.

Leggi anche:  Sky e Fastweb: quanto conviene l'offerta combinata Pay TV e fibra ottica

I clienti iniziano a spazientirsi. In molti hanno già minacciato di abbandonare l’azienda. Individuato il problema, trovata la soluzione. A partire da Marzo verrà distribuito un nuovo decoder Sky Q Black, che non sarà abilitato al multivision, ma permetterà la visione in 4K e l’esecuzione di tutte le app del servizio stesso.

Le indiscrezioni, però, parlano di un decoder identico a quello attualmente distribuito a tutti, ma con un software completamente aggiornato. Di conseguenza l’idea balzata in mente è ormai chiara: rilasciare un nuovo aggiornamento, in modo da non dover aspettare la consegna di un nuovo dispositivo.

Al momento è solamente un’indiscrezione, ma sicuramente si guadagnerebbe tempo e vi sarebbe un effettivo risparmio di soldi per tutti.