WhatsApp: nuova multa per gli utenti TIM, Tre, Wind e Vodafone per 320 euro

WhatsApp consente a tutti i suoi utenti di bloccare in maniera definitiva contatti che possono provocare fastidio, sofferenza o disagio in chat. Lo strumento è molto apprezzato ed anche sempre più utilizzato.

Quando si blocca un contatto, si interrompe con questo ogni canale di comunicazione. Chi è stato bannato non può più inviare messaggi, effettuare telefonate o inviare file.

La falla di WhatsApp sul servizio di blocco

All’interno del sistema di sicurezza però esistono delle piccole falle. Oggi, a tutti coloro che sono stati bloccati ingiustamente, vogliamo mostrare un piccolo trucco per contattare gli utenti che non vogliono più ascoltare.

I gruppi e gli utenti bloccati

Il metodo è, in fin dei conti, molto semplice e prevede l’utilizzo dei gruppi. Attraverso le conversazioni con due o più profili è possibile parlare con chi ci ha bloccato.

Per riuscire nel nostro intento, abbiamo bisogno di un complice. Al complice sarà affidato il compito di creare un gruppo nuovo di zecca. All’interno della chat dovremo essere inseriti noi ed il contatto che ci ha bloccato.

Si verrà quindi a creare una comunicazione in cui l’utente che ci ha bloccato potrà leggere e rispondere a tutti i messaggi inviati, ed ovviamente viceversa.

Il trucco, anche se molto macchinoso, potrebbe offrire occasione di redenzione per chi è stato bloccato, magari attraverso delle opportune scuse per qualcosa di sbagliato commesso nel passato.