5GLe più famose case nel settore delle telecomunicazioni (TIM, Vodafone, Wind e Tre) stanno facendo a gara per chi riesce per primo ad avere una rete di tipo 5G, cioè una rete di 5ª generazione. Molte risorse di Ricerca & Sviluppo sono state impiegate per questo tipo di tecnologia.

Però fermiamoci un attimo ad osservare la qualità dell’attuale rete presente tutti i giorni sui nostri smartphone, il 4G. Questa 4ª generazione permette già un’ottima velocità di navigazione, ma in Italia, in confronto agli altri paesi europei questa velocità è molto ridotta.

In particolare in Italia possiamo trovare un segnale LTE (4G) della Vodafone e della TIM che si aggira intorno il 78% e 73% del tempo e che rappresentava la maggior parte della copertura e della velocità di rete nel nostro paese. Anche la 3 e Wind possiede questo tipo di rete e entrambe le compagnie hanno fatto grandi passi in termini di Sviluppo però sono ancora molto indietro rispetto alle altre due citate. Vodafone specialmente, continua a dominare la massima velocità di trasmissione.

5G in via di sviluppo ma il 4G ancora ha problemi

Il report fornitoci da una delle più importanti società che si occupano di monitorare il segnale, si tratta di Open Signal, ha evidenziato come la velocità di molti paesi europei è evidentemente più alta e più stabile rispetto all’Italia.

In questo report vengono esaminati principalmente 36 nazioni, in cui la vetta è stata raggiunta da Olanda, Norvegia e Ungheria, nell’ordine in cui sono stati elencati, con una velocità media di circa 42 Mbps di download dati. Subito dopo vengono Bulgaria, Danimarca, Croazia, Spagna, Svizzera e Romania, i principali. Quest’ultimi con una velocità media che si aggira attorno ai 30 Mbps. L’Italia purtroppo rimane nella seconda metà della classifica con una velocità media di 25.5 Mbps. Dopo di noi troviamo solo più la Francia(25.1Mbps), Irlanda, UK(23.1), Portogallo, Germania(22.7) e Russia con 15.8 Mbps.

Il secondo grafico emesso sempre da Open Signal rappresenta la percentuale di copertura di rete 4G in cui nella maggior parte dei paesi monitorati il segnale ha una copertura minima dell’80%, mentre in Italia solamente il 69,7 % del nostro territorio è coperto da questa tecnologia di 4ª generazione.

Guardando invece la situazione Italiana a livello europeo dal punto di vista delle città, secondo la fonte di Open Signal, Napoli, la città del mezzogiorno italiano si mette in 3ª posizione con 38.2 Mbps subito sotto Budapest e Rotterdam che hanno raggiunto una velocità pari a 43 Mbps di LTE Download Speed. In seguito a questo risultato si può dire che comunque a livello Europeo l’Italia è in una posizione di spicco rispetto a molte altre città, ma comunque ci sono ancora molte zona in cui la velocità riduce drasticamente la media totale Italiana.

Attualmente molte compagnie impiegano le loro risorse in R&D per il 5G anche se dovrebbero prima di tutto cercare di migliorare e rendere più stabile e completa l’attuale tecnologia presente sul mercato così da non penalizzare gli utenti che oggi hanno bisogno di una velocità di trasmissione dati più efficiente.