whatsapp-privacy

Quante volte è capitato di dare il vostro cellulare nella mani di un amico e di aver paura per le conversazioni WhatsApp? Sempre più persone sono intimorite dal prestare il proprio smartphone – anche per pochi secondi – a compagni o conoscenti.

Lo spauracchio maggiore riguarda proprio il contenuto della chat. Considerata la mole di messaggi che giorno dopo giorno scambiamo con i contatti della rubrica, su WhatsApp sono presenti i nostri più grandi segreti.

La soluzione contro gli spioni

Oggi vi forniamo una soluzione veloce e semplice per star tranquilli ogni volta in cui si presta lo smartphone ad un proprio amico. Vi mostreremo, infatti, come proteggere WhatsApp dalle grinfie di curiosi o spioni vari.

Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una semplice applicazione su Google Play. L’app in questione si chiama “Serratura (AppLock)”. Con questo utile strumento saremo in grado di proteggere attraverso una password un software a nostra scelta (tra cui ovviamente anche WhatsApp).

Leggi anche:  Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit: conti sicuri, ma attenzione a WhatsApp

Una password per le chat WhatsApp

Una volta effettuato il download, sarà necessario associare la chat a Serratura e poi sarà necessario scegliere una password. Per questioni di riservatezza e sicurezza consigliamo di scegliere un codice diverso rispetto a quello di blocco cellulare.

Utilizzando questa applicazione nessuno più con la scusa di fare una chiamata urgente potrà spiare e mettere il becco nelle nostre conversazioni.