smartphoneNell’era moderna, è praticamente impossibile vivere senza uno smartphone. Come potrebbe, infatti, la tua amica o il tuo amico avvisarti di essere in ritardo? Quanti aggiornamenti di vita altrui mancherebbero se non ci fosse Instagram? Come potremmo trovare questo o quel posto senza Google Maps? Pochi di noi sono in grado di resistere al canto di sirena dei telefoni cellulari e dei social media. E, come risultato, i ricercatori sostengono che, con gli smartphone, sono in aumento i livelli di ansia e depressione, specialmente tra i giovani adulti.

Secondo un recente sondaggio del Pew Research Center, il 46 per cento dei possessori di smartphone afferma che non potrebbe vivere senza il proprio dispositivo. Ma ci sono alcuni modi per “staccarsi” dal prezioso device senza dover disconnettersi totalmente.

Ecco, dunque, tre suggerimenti per aiutarti ad allentare l’utilizzo dello smartphone, senza la necessità di sentir troppo dolore.

Disattivare suoni e vibrazioni

Ammettiamolo: probabilmente guardiamo il telefono regolarmente, sia che si sappia che qualcuno sta cercando di raggiungerci o meno. Bene, la metà dei possessori di smartphone guarda il proprio dispositivo ogni ora. Controllare lo smartphone è essenzialmente una compulsione per molte persone, che i ricercatori dichiarano giochi sui circuiti della dopamina del cervello. Per provocare un cortocircuito su quel processo, meglio disattivare quelle notifiche intrusive che fanno deragliare l’attenzione anche quando non guardiamo il telefono. È davvero importante scoprire ora o tra un’ora di avere tre Mi piace nell’ultimo post di Instagram?

Disattivare la percentuale della batteria

Controllare continuamente il telefono non fa che sottolineare se qualcuno ci sta rispondendo o meno. Maggiore è il tempo che trascorriamo sullo smartphone, più velocemente la batteria si esaurisce e più tempo dedicheremo allo stress del “rimanere senza abbastanza batteria” per il resto della giornata. Ma sapere che lo smartphone è al 63% della batteria o al 57% probabilmente non ti sarà d’aiuto. È difficile giudicare esattamente per quanto tempo un telefono durerà anche quando è possibile vedere la percentuale e questo farà solo ossessionare oltremodo. Quindi, disabilita l’impostazione, nascondendo del tutto la visualizzazione della percentuale della batteria. Sarai comunque in grado di farti un’idea approssimativa della quantità di carica che il tuo telefono ha, ma semplicemente non sarà associato a un numero specifico.

Leggi anche:  Smartphone: Erdogan invita la popolazione ad abbandonare Apple in favore di Samsung

Optare per il grayscale

Sembra un po’ esagerato quando lo si prova per la prima volta, ma è piuttosto semplice passare tra il colore e la scala di grigi. Per un iPhone, basta andare alla scheda Generali nelle Impostazioni, quindi Accessibilità > Visualizza > Filtri colore. Quando attivi i filtri colore, dovresti essere in grado di selezionare la scala di grigi come opzione. Per tornare al colore, torna al menu Accessibilità, quindi seleziona i filtri colore. Se hai un Android, il processo è un po’ più complicato e potresti dover abilitare una modalità sviluppatore per sbloccarlo.

Una volta che il tuo telefono è stato “derubato” dei colori, sarai sorpreso di quanto meno appeal avrà nell’aprire la schermata iniziale. È come bere un sorso di caffè decaffeinato.