Meizu
Meizu

Oggi la compagnia cinese Meizu ha tenuto una conferenza stampa a Pechino dove ha svelato i suoi piani per il 2018. Ha anche fornito un riassunto delle prestazioni dello scorso anno riferendo anche gli aggiornamenti che hanno in mente per migliorare. Lo scopo della società è quello di ricostruire l’immagine del marchio e anche di creare un nuovo stile di design.

Ammiraglie migliori

Per il 2018 costruire un piano di lavoro incentrato sui dispositivi di fascia premium. Per fare questo è nata una collaborazione con Qualcomm e Samsung al fine di spingere nel migliore dei modi il progetto. L’attenzione a questo punto vien da sé che è tutta sui processori.

L’anno scorso Meizu è riuscita a chiudere la disputa con Qualcomm e questo permetterà un maggior numero di dispositivi con chipset Qualcomm. Alcuni modelli potrebbero però presentare anche i chipset Exynos di Samsung come per esempio il prossimo Meizu M6S che presenterà l’Exynos 7872.

Il Meizu 15 Plus sarà il primo telefono di punta ad uscire quest’anno, dell’azienda cinese ovviamente. Lo smartphone avrà un display LCD3 da 6,0 pollici con una risoluzione FHD + ovvero 2160 x 1080 pixel. Il tutto sarà alimentato da un processore Cortex-A72 da 1,8GHz Octa-Core ARM con la GPU Qualcomm Adreno 510. Il tutto sarà affiancato da 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, o 128 GB a seconda del modello.

Leggi anche:  Samsung di nuovo leader del secondo mercato al mondo in fatto di smartphone, anche se per poco

Secondo l’ultimo rapporto della compagnia Meizu è stato in grado di spedire solo 20 milioni di unità l’anno scorso, ma riuscendo comunque a superare i 20 miliardi di yuan il che gli ha portato un profitto degno di nota. Questa decisione di concentrarsi sui dispositivi premium è un volere del presidente della compagnia, ma questo non è un abbandono ai dispositivi di fascia media. Quest’ultimi verranno ancora immessi sul mercato per evitare di perdere una grossa fetta di mercato.