Poiché la disputa legale tra Apple e Qualcomm continuerà a lungo, l’azienda di Cupertino potrebbe essere alla ricerca del piano B. Questo prevederebbe un potenziale accordo con MediaTek per la prossima generazione di iPhone. Secondo un rapporto di DigiTimes, Apple ha già trasferito metà dei suoi ordini legati ai processori ad Intel. Ora, il colosso di Cupertino vorrebbe ridurre ulteriormente la dipendenza da Qualcomm firmando un accordo con MediaTek. Al momento non ci sono ulteriori dettagli disponibili. In ogni caso, ha senso pensare che Apple stia cercando delle alternative per affidarsi sempre meno alle tecnologie fornite dal suo acerrimo rivale.

Apple sarebbe pronta a stringere una partnership che avrebbe dell’incredibile

Apple e Qualcomm sono in continuo scontro dall’inizio di quest’anno. Entrambe le parti hanno presentato diverse denunce, a causa di presunte violazioni dei brevetti. Qualcomm ha persino chiesto al tribunale di vietare la vendita degli iPhone negli Stati Uniti.
Il rapporto rivela che Apple vorrebbe collaborare con MediaTek per un breve periodo.
In poco tempo, Apple ritiene che MediaTek possa soddisfare tutti e tre i principi della produzione legata agli iPhone, che sono “leader nella competitività tecnologica, progettazione completa dei prodotti e supporto logistico affidabile”.

E’ probabile, dunque, che la linea degli iPhone per il 2018 possa ospitare i chipset MediaTek. Tuttavia, le società potrebbero creare una partnership anche per altri prodotti, come altoparlanti intelligenti, dispositivi di ricarica wireless e molto altro. Inutile dire che Apple non ha rilasciato dichiarazioni al riguardo. Sarà piuttosto interessante vedere se la società sostituirà davvero Qualcomm con MediaTek e se le prestazioni degli iPhone ne risentiranno.