LG V30 con Android 8.0 Oreo

LG V30 e V30 Plus sono pronti a ricevere l’aggiornamento ufficiale ad Android 8.0 Oreo. LG ha mantenuto la promessa fatta e in patria ha già iniziato il rilascio della versione stabile di Oreo che porta la versione software dei due top di gamma da Android 7.1.2 ad Android 8.0. La stessa versione dovrebbe essere disponibile a livello mondiale, e quindi anche in Italia, all’inizio del 2018.

LEGGI ANCHE: TIM, come regalare per Natale le Gift Card con 3 GB di internet in 4G

Il nuovo anno si aprirà all’insegna delle novità per i possessori di LG V30 che, previsioni alla mano, dovrebbero poter aggiornare entro il mese di febbraio. La distribuzione in questi casi procede sempre a scaglioni per evitare inconvenienti di qualunque natura, e per primi interesserà i modelli No-Brand. LG ha testato il software per più di un mese e nonostante un programma beta confinato alla Corea del Sud, hanno partecipato più di 500 utenti.

Tutti hanno partecipato attivamente al miglioramento di questa versione, fornendo di continuo i feedback sul funzionamento e sui bug di Android 8.0 Oreo. Le novità introdotte con questo aggiornamento sono tante e tutte diverse. Oltre ai miglioramenti sviluppati direttamente dalla LG che ha rivisto la propria interfaccia utente, il pacchetto software che verrà rilasciato integra tutte le migliorie di Google.

Questo significa che i possessori di LG V30 potranno godere delle ultime funzionalità sulle notifiche, nuovi strumenti nella gestione della batteria, la modalità picture in picture ma soprattutto tempi di avvio più rapidi e funzionalità anti-malware potenziate. Il tutto completato da nuove possibilità di personalizzazione. L’aggiornamento verrà rilasciato, come di consueto, in modalità OTA.

LG V30, COME PREPARARSI ALL’ARRIVO DI ANDROID 8.0 OREO

Android 8.0 Oreo non è uno di quei aggiornamenti mensili ma un vero e proprio major update. È bene, dunque, prepararsi nel migliore dei modi al suo arrivo. Trattandosi di un aggiornamento corposo l’ideale è eliminare tutti i dati e i contenuti multimediali di cui si può fare a meno. In questo modo si libera memoria importante da destinare al download e alla successiva installazione.

Stesso discorso per le applicazione che non si utilizzano o si utilizzano raramente: meglio cancellarle. Infine, il nostro consiglio è quello di eseguire un backup completo. Non potete avere la certezza che l’aggiornamento vada a buon fine e in ogni caso un backup è sempre necessario. L’ideale sarebbe ripristinare lo smartphone alle impostazioni di fabbrica dopo l’installazione di Android Oreo e successivamente procedere con il ripristino del backup.