Come coi precedenti modelli, gli ultimi smartphone di casa OnePlus non posso riprodurre i video in HD. La causa non va ricercata nelle specifiche, ovviamente. Il 5T è equipaggiato con il migliore processore per dispositivi mobile, lo snapdragon 835, 6GB di RAM e un display da FullHD quindi come mai non riesce? Il motivo è tanto semplice quanto deludente.

Il motivo

Il problema è il livello di sicurezza del dispositivo. Gli smartphone della OnePlus non supportano il corretto livello DRM per la riproduzione in alta definizione in quanto il loro certificato è solamente un L3. Siti come quelli di Netflix o Amazon prime video utilizzano il Widevine DRM di Google e questo sistema permette la riproduzione di video in qualità più elevata solamente a chi ha il certificato L1. Le certificazione come L1 richiedono implementazioni più sicure per l’elaborazione e il controllo dei contenuti, teoricamente per proteggere il detentore del copyright. Tutti questi accorgimenti rientrano nel Trusted Execution Environment (TEE), che per l’appunto, OnePlus 5 e 5T non hanno.

Leggi anche:  Netflix vs HBO: 16 trofei vinti basteranno per battere Games Of Thrones?

Questa mancanza non è solo di questi dispositivi, ma anche di altri come l’Axon 7 di ZTE. La compagnia ha detto che questa situazione verrà sistemata al più presto con degli aggiornamenti mirati, com’era già stato promesso tra l’altro.

Chi possiede uno di questi due dispositivi deve solo sperare che il cambiamento avvenga in fretta mentre chi possiede quelli delle serie precedenti potrà solamente mettersi il cuore in pace.