I due di dispositivi 2017 di fascia alta della Motorola non sembrano essere i degni eredi di quelli dell’anno scorso. Alcune decisioni prese dalla compagnia potrebbe avere reso i due dispositivi della serie Z meno competitivi sul mercato degli smartphone.

I problemi

Un particolare del Moto Z2 Force è che è stato costruito per resistere, ma questo ha portato con se un grosso svantaggio. La scocca è stata fatta di alluminio serie 7000, una delle leghe d’alluminio più resistenti in circolazione. Sopra il display è stato aggiunto lo “ShatterShield” di Motorola il quale farà risparmiare qualche rottura dopo le cadute. Il problema è questa aggiunta. Si tratta di una copertura in plastica ottima per lo scopo, ma che risulta sensibile ai graffi, anche troppo.

Sempre un’altra delusione per quanto riguarda i Moto Z2 Force è la fotocamera. Come i dispositivi di alta gamma delle altre compagnie anche su questo modello sono presenti due fotocamere posteriormente. Negli LG il secondo obiettivo è specializzato per i colpi grandangolari mentre Apple ha optato per un teleobiettivo. Sul Motorola la seconda fotocamera utilizza un migliore filtro per il bianco e nero. Il problema è che nessuno dei due obiettivi è stabilizzato otticamente.

Leggi anche:  3 Italia regala il nuovissimo Samsung Galaxy Note 9 attivando una delle offerte

Il software installato su i due dispositivi rimane minimalista, basato sulla versione vanilla di Android a cui l’azienda ha aggiunto qualche caratteristiche chiave. Il passaggio della compagnia dalle mani di Google a quelle di Lenovo ha rallentato le tempistiche degli aggiornamenti e addirittura messo una lapide sui dispositivi di fascia medio-bassa. Fortunatamente i due Moto Z2 avranno l’upgrade ad Android Oreo 8.0.

Rispetto ai modelli dello scorso anno è stata ridotta la capacità delle batterie. Nel Moto Z2 Force da una taglia di 3500 mAh si è passato ad una di 2730 mAh mentre nello Z2 Play si è passato da una da 3510 mAh ad una da 3000 mAh.

A conti fatti i modelli Z2 non reggono il confronto con gli altri dispositivi, come l’HTC U11 o il Galaxy S8. L’unico dato positivo che rende questi dispositivi interessanti è la possibilità di aggiungere le Mods con le quali si può cercare di correggere alcuni dei difetti come la fotocamera o la batteria, ma ne vale veramente la pena?