Il ritorno alla tariffazione mensile è ormai cosa ufficiale, entro 120 giorni tutte le aziende torneranno ad offrire bollette con scadenza ogni 30 giorni. Nell’attesa di sapere quando effettivamente anche Sky inizierà a ridistribuirle, siamo portatori di buone notizie per tutti gli abbonati.

Sky: non previsto un aumento dei prezzi con la fatturazione mensile

Secondo quanto appreso in queste ore online, l’azienda non ha intenzione di aumentare i prezzi dei propri abbonamenti. Finalmente una buona notizia per tutti gli utenti. Le aspettative non erano delle migliori, dato che, con la fatturazione ogni 28 giorni, gli utenti spendono circa l’8% in più all’anno, la principale conseguenza di un ritorno ai 30 giorni era un aumento.

Leggi anche:  Sky non molla la presa sui clienti rendendoli felici con nuovi regali per tutti

A quanto pare, invece, non sarà così, come gli operatori telefonici, anche Sky sembra non essere destinata a rimodulare i prezzi degli abbonamenti verso un ipotetico rialzo.

Le bollette, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbero arrivare a partire dai primi mesi del 2018 (molto probabilmente da Gennaio), affinchè quindi l’azienda abbia tempo di riaggiornare tutti i sistemi per tornare a quanto si era abituati in passato.

A differenza di quanto sopportato con i principali operatori telefonici, con Sky la fatturazione ogni 30 giorni è durata veramente poco. Considerate, infatti, che le bollette sono iniziate ad ottobre, nemmeno un paio di mesi che il Governo italiano ha già risolto tutto il problema.