Fossil ha annunciato ieri il suo primo smartwatch Android Wear completamente orientato ad un utilizzo sportivo, parliamo del Q Control, indossabile con un’estetica tradizionale ispirata allo stile atletico degli anni ’90.

Un altro dispositivo con Android Wear integrato

Il Fossil Q Control è dotato di un cinturino in silicone da 20 mm facilmente intercambiabile, con una cassa circolare di 45 mm, leggera e progettata per essere facilmente indossata nell’utilizzo quotidiano. Il gadget appena annunciato è alimentato da un processore Qualcomm Wear 2100 e dispone di 4 GB di memoria flash interna, nonché di una batteria che si stima possa durare un intero giorno con una sola carica, ma la cui capacità deve ancora essere specificata. Troviamo, poi, Bluetooth 4.1 e GPS supportati dalla nuova offerta di Fossil, ma non è presente l’NFC. Android Wear 2.0 è anche parte integrante del Q Control, unito ad alcune personalizzazioni introdotte da Fossil.

Leggi anche:  Corning: annunciati i nuovi Gorilla Glass DX e Gorilla Glass DX+ per gli smartwatch

Come previsto, il nuovo dispositivo può collegarsi alla maggior parte degli smartphone in commercio, in quanto, compatibile con Android 4.3 e successivi ed iOS 9.0 e versioni successive. Oltre a un certo numero di funzioni personalizzate, il pacchetto software preinstallato sul Fossil Q Control è praticamente identico a quello che altri dispositivi Android Wear offrono, inclusi il supporto per le applicazioni standalone e a Google Assistant. Il Fossil Q Control è, già, disponibile sul sito ufficiale dell’azienda ad un prezzo di 299 euro. Al momento è disponibile solo la versione nera con cinturino in silicone dello stesso colore, non è certo se saranno aggiunte altre varianti. Fossi, continua, dunque, a sfornare nuovi smartwatch, andando ad arricchire una selezione molto ampia che va a coprire i vari interessi e le diverse fasce di prezzo. Sarà la scelta vincente? Fateci sapere cosa ne pensate.