samsung apple

Sempre ai vertici, sempre più amate, ma sempre una contro l’altra. Stiamo ovviamente parlando di Samsung ed Apple, aziende al top delle classifiche per quanto riguarda la tecnologia moderna e soprattutto gli smartphone.

I due top produttori sarebbero ancora al centro di alcune dispute mai risolte totalmente anche se gli ultimi eventi tutto lasciavano pensare tranne che questo.

Infatti, con l’arrivo dei nuovi iPhone X, Apple e Samsung avevano stipulato una sorta di accordo per il quale il produttore sudcoreano arriverebbe addirittura a guadagnare su ogni iPhone X venduto una cifra di circa 145$. Il tutto ovviamente per via della fornitura dei display OLED alla casa di Cupertino.

La guerra per il design degli iPhone è ancora nel vivo

Tutto va riportato indietro a circa 10 anni fa, quando venne fuori iPhone 3G. Da li partì poi una causa da parte di Apple verso Samsung, accusata di aver plagiato i brevetti per gli angoli arrotondati. Nel 2012 si ebbe una prima sentenza: l’azienda sudcoreana fu costretta al pagamento di 1 miliardo di dollari verso Apple.

Leggi anche:  iPhone XS con chip A12 Bionic: il benchmark AnTuTu è mostruoso

In seguito la cifra, tra appelli vari, fu ridotta a poco più di 400 milioni di dollari, mentre oggi le carte in tavola sono cambiate ancora una volta. Stando a quanto apprendiamo dalla fonte, Samsung avrebbe vinto una nuova manche della causa in corso. Questo potrebbe portare tutto al riesame, dato che il giudice ha dichiarato che bisogna nuovamente cambiare il metodo utilizzato ai fini del calcolo dei danni dovuti ad Apple.

L’interrogativo riguarda questo: i danni devono essere calcolati sui profitti totali ottenuti o in base ad una percentuale di questi? Fino al prossimo 25 ottobre ognuna delle due aziende potrà inviare un report in merito alle proprie ragioni e dimostrazioni varie. Si sta arrivando pian piano ad un epilogo, il quale di sicuro sfavorisce Apple, ma che di certo non metterà mai fine all’aspra lotta tra i due produttori.