WhatsappL’utilità di Whatsapp è innegabile, così come l’impatto che ha avuto sul nostro modo di comunicare. Al giorno d’oggi praticamente qualunque proprietario di uno smartphone annovera tra le app scaricate l’applicazione di messaggistica istantanea più diffusa al mondo. Tra le caratteristiche più apprezzate dell’app di proprietà di Facebook vi è senza ombra di dubbio quella di aver velocizzato il sistema di comunicazione via cellulare attraverso strumenti paralleli ai semplici messaggi scritti. La presenza di modalità diverse attraverso cui contattare gli altri, come le registrazioni vocali o le videochiamate integrate, ha difatti incrementato ulteriormente la qualità degli strumenti a disposizione dell’utente, e l’intera esperienza di comunicazione non ha potuto che giovarne.

Nonostante ciò, va comunque detto che indubbiamente c’è ancora un intero mondo di possibilità da esplorare per Whatsapp: sono ancora molti i desideri degli utenti che non trovano modalità di applicazione diretta nell’app. Tra questi, vi è senza dubbio quello di poter inviare messaggi automatizzati. Basta poco infatti per notare come l’utente medio sia abituato a rispondere spesso con gli stessi messaggi a domande simili. Esiste dunque la necessità di poter rispondere automaticamente con una determinata risposta standard, in modo da velocizzare ulteriormente la risposta ed evitare perdite di tempo inutili. Un po’ quello che è già stato implementato nell’AppleWatch, nel quale si può rispondere ai messaggi (sia su iMessage che su Whatsapp) selezionando una serie di risposte standard modificabili.

Whatsapp, i messaggi automatici sono una realtà

Sugli smartphone Android ora questo è possibile su cellulare anche su Whatsapp, grazie a una nuova applicazione chiamata Autoresponder for Whatsapp, ed è disponibile per essere scaricata direttamente nel Google Play Store. In precedenza l’app necessitava dei permessi di root, ma con la nuova versione uscita recentemente questo non è più necessario. Detto ciò, l’app è assolutamente legale nonostante non abbia alcun rapporto diretto con Whatsapp, quindi scaricatela ed utilizzatela senza alcun timore. Sostanzialmente quest’app automatizza le risposte predefinite impostate, ottimizzando le chat e facendoci scegliere con quali contatti utilizzare o meno questa funzionalità. Vediamo in modo più specifico in che modo si può utilizzare.

Innanzitutto, dopo aver sbloccato i permessi di root, dirigetevi sul Google Play Store e cercate l’app citata. Una volta trovata, cliccate su installa per installare l’applicazione sul vostro smartphone. Una volta installata, potrete accedere alla sezione impostazioni per iniziare a configurare al meglio l’app a seconda dei vostri bisogni. Nelle impostazioni potrete selezionare determinati contatti con cui utilizzare le funzionalità dell’app, così come selezionare i contatti da ignorare, le cui chat non saranno influenzate. L’opzione ritardo della risposta vi permette di scegliere con quanto ritardo devono partire le risposte automatiche a un determinato messaggio ricevuto, mentre l’opzione mostra spunte blu ci permette addirittura di decidere se mostrare o meno al contatto al quale rispondiamo che abbiamo visualizzato il messaggio che ci è appena stato inviato.

Andiamo adesso a vedere in che modo, nella pratica, funziona l’app. In sostanza Autoresponder si basa sull’utilizzo di bot, una sorta di “scrittore fantasma” automatico che risponde al nostro posto nei casi da noi impostati. Per attivare le funzionalità dell’app è infatti necessario spuntare l’opzione abilita bot nell’applicazione stessa. Oltre ciò, bisognerà seguire un’ulteriore passaggio: prima di tutto, dovrete recarvi nella sezione accessibilità all’interno della sezione impostazioni del vostro cellulare, dopodiché non vi resta che cercare l’opzione chatbot e cliccare sulla spunta per attivarla. Una volta completato anche questo piccolo passaggio, l’app sarà finalmente attiva e pronta ad essere utilizzata. Piccolo consiglio: cliccate sul file “read me” proposto nell’applicazione stessa per avere una visione generale dell’app e delle varie opzioni a vostra disposizione.

Passiamo adesso alla fase più importante, che risponde alla madre di tutte le domande: come impostare ed inviare i messaggi automatici? Niente di troppo complicato, il più è già stato fatto. Come prima cosa, dirigetevi nella sezione regole, dove potrete direttamente impostare le vostre risposte automatiche. In sostanza l’applicazione funziona in questo modo: all’interno della sezione sopra citata potremo creare per l’appunto un’insieme di regole, che andranno impostate a seconda della risposta automatica che vogliamo dare a un determinato messaggio ricevuto predefinito da noi impostato. Avremo perciò due parametri da impostare: il primo è relativo al messaggio ricevuto, il secondo al messaggio standard ad esso collegato, che sarà quello che verrà automaticamente inviato una volta ricevuto il messaggio predefinito. Inoltre, per ogni regola da noi formata in questo modo, sarà possibile direttamente in questa sezione selezionare i contatti col quale impostare questa risposta automatica (è possibile scegliere determinati contatti, così come impostare per default tutti i contatti presenti nella nostra rubrica). E non è tutto: è possibile non solo rispondere con frasi predefinite, bensì anche attraverso frasi che derivano da variabili predefinite. Ad esempio, se il messaggio ricevuto predefinito che abbiamo impostato è “che ora è”, è possibile fare in modo che il bot risponda inviando l’ora esatta al momento della risposta.

Attualmente l’applicazione è gratuita, ma presenta al suo interno la possibilità di effettuare degli acquisti in-app per accedere alla versione Pro e a quella Business. Le differenze esistono e vanno prese attentamente in considerazione prima di ponderare l’acquisto delle versioni a pagamento. La versione gratuita presenta innanzitutto dei limiti per quanto riguarda il numero di regole creabili. Inoltre, vi è anche un diverso numero massimo di messaggi automatici inviabili. Per finire, la presenza degli annunci pubblicitari, un classico delle versioni non a pagamento in generale, può essere annullata accedendo ad una versione a pagamento.

Non c’è quasi bisogno di sottolineare le potenzialità e l’utilità generale di questa applicazione nella vita di tutti i giorni. Pensate alla necessità di rispondere velocemente in condizioni nelle quali no abbiamo libero accesso al nostro smartphone, per esempio al mare, mentre siamo a scuola, o in ufficio, o in ospedale. In più, l’unione di una serie di utili elementi già citati, come la possibilità di selezionare una serie di contatti col quale utilizzare sempre questa funzionalità, o viceversa di scegliere determinati contatti col quale preferiamo mantenere una chat tradizionale, rende l’intero servizio dato dall’applicazione molto pratico ed efficiente. Non vi resta altro da fare che provare subito quest’utilissima applicazione, iniziate subito ad approfittare dell’uso dei messaggi automatici su Whatsapp!