Galaxy S9Galaxy S9 sarà il nuovo top di gamma che Samsung è pronta a lanciare sul mercato nel 2018. Più precisamente, alcune indiscrezioni dicono che potrebbe essere messo in vendita già nel marzo del prossimo anno. Altre voci sostengono che addirittura ciò potrebbe avvenire a gennaio (per via delle richieste degli schermi, che sarebbero state effettuate prima del previsto), ma sembra davvero troppo presto per essere fattibile (soprattutto perché è appena uscito il Galaxy S8, e i compratori sarebbero quindi scoraggiati a passare al modello successivo). L’occasione ideale per la presentazione del nuovo gioiellino Samsung potrebbe essere il World Mobile Congress, che si terrà a Barcellona tra il 26 febbraio e l’1 marzo. Sarebbe un periodo in linea con quanto avvenuto storicamente per i predecessori:

Samsung Galaxy S8 – Presentato: 29 Marzo  | Data di lancio : 21 Aprile

Samsung Galaxy S7 – Presentato: 21 Febbraio | Data di lancio: 11 Marzo

Samsung Galaxy S6 – Presentato:  1 Marzo  | Data di lancio: 10 Aprile

Samsung Galaxy S5 – Presentato: 24 Febbraio  | Data di lancio: 11 Aprile

Samsung Galaxy S4 – Presentato: 14 Marzo  | Data di lancio: 27 Aprile

Samsung Galaxy s3 – Presentato: 3 Maggio  | Data di lancio: 29 Maggio

Samsung Galaxy S2 – Presentato: 13 Febbraio  | Data di lancio: 2 Maggio

Samsung Galaxy S – Presentato: Marzo | Data di lancio: 4 Giugno

Cerchiamo ora di scoprire come mai venga definito lo smartphone più rivoluzionario di sempre.

GIÀ AL LAVORO

Secondo “The Bells”, una testata online, Samsung avrebbe commissionato già da tempo i lavori per i display del Galaxy S9 (a una ditta ignota), quindi con circa sei mesi di anticipo rispetto alle previsioni. Altre indiscrezioni ci giungono da “The Investor”, secondo cui  Samsung e Qualcomm  avrebbero già iniziato a lavorare anche sui nuovi chip mobile: dovrebbe chiamarsi Snapdragon 845, la versione successiva allo Snapdragon 835 presente nel Galaxy S8.

Anche se non ci sono ancora notizie certe riguardo alle performance del nuovo Snapdragon, questo nuovo chip non dovrebbe essere un’esclusiva Samsung. La casa sudcoreana ha anche annunciato lo sviluppo di nuovi modem LTE per la prossima generazione di chip: questo significa, almeno a livello teorico, la possibilità di supportare una velocità di 1.2 Gbps, più di qualsiasi altro telefono attualmente disponibile. Per fare un esempio più chiaro, sarebbe possibile (sempre in linea teorica) scaricare un video HD in circa 10 secondi.

CARATTERISTICHE

Si parla sempre di indiscrezioni, ma sembra che la memoria RAM del Galaxy S9 sarà di 6 GB. Il nuovo chipset dovrebbe permettere di montare una batteria più grande: una tecnologia di tipo Substrate PCB sarebbe alla base di questo cambiamento. Attenzione però: questo sarebbe vero non per la marca Qualcomm Snapdragon, ma per la successiva serie Exynos, che verrà adottata per i paesi europei.

Come per il predecessore, Galaxy S9 potrebbe essere dotato di un sensore per il riconoscimento dell’impronta digitale posizionato sul retro dello smartphone. Altre voci sostengono invece che la soluzione potrebbe essere la stessa adottata da Apple per Iphone 8: essendo l’ultimo prodotto della casa californiana privo di bordi (design borderless), il sensore per il riconoscimento dell’impronta digitale si trova al di sotto del display. Attraverso una serie di trasduttori posizionali sulla superficie dello schermo, capaci di produrre onde acustiche, sarebbe possibile effettuare il fingerprint (il riconoscimento dell’impronta) senza che il sensore diventi “invasivo” togliendo spazio al display.

Altra novità importante potrebbe essere il design modulare: lo smartphone potrebbe infatti essere dotato di magneti sul retro per poter attaccare gli accessori del telefono (come ad esempio il pacchetto della batteria, una lente per lo zoom, …). In realtà, solo una fonte ha fornito questi dettagli: si tratta quindi di una notizia da non prendere troppo come certa, ma che sicuramente potrebbe essere un punto di forza per la vendita del Galaxy S9.

Bixby Voice  dovrebbe essere migliorato, diventare più intelligente ed essere in grado di capire anche l’italiano. Il sistema operativo sarà Android Oreo 8.0 (aggiornamento che dovrebbe arrivare presto anche sulla vecchia gamma) i colori disponibili potrebbero essere 4: Black, Silver, Gold e Violet.

Secondo ETNews, già in aprile Samsung stava lavorando a un nuovo processo di laminazione (o bagno elettrolitico) che permettesse allo schermo di essere curvo (edge) non solo su due lati, ma su tutti e quattro. Questa indiscrezione in aprile sosteneva che questi schermi curvi su quattro lati sarebbero stati pronti per settembre 2017. Le dimensioni dovrebbero essere circa le stesse del Galaxy S8 e della sua versione Plus (schermo da 5.8 pollici e risoluzione da 2960×1440 pixel per il modello più piccolo, stessa risoluzione ma con schermo da 6.2 pollici nella versione Plus).

La fotocamera, sempre stando a quanto dice ETNews, dovrebbe disporre di un sensore in grado di scattare a 1000 frame al secondo, permettendo di girare video in super slow motion e facendo concorrenza alle fotocamere di Sony Xperia XZ1 e di Sony Xperia XZ1 Premium.

SCHERMO PIEGHEVOLE?

Eccoci dunque al punto di forza del nuovo smartphone, quello che probabilmente ci fa drizzare le antenne in quanto si tratta di una novità enorme per un telefono: il display potrebbe essere pieghevole. Secondo fonti interne alla stessa Samsung, gli sviluppatori avrebbero già testato, ottenendo ottimi risultati, dei prototipi di telefoni a schermo pieghevole. Lo stesso presidente di Samsung Mobile Business, Koh  Dong-jin, ha dichiarato che l’azienda sudcoreana sarebbe stata pronta a lanciare uno schermo OLED nella primavera del 2018. In realtà, Kohn ha annunciato che Samsung sarebbe stata già pronta a introdurre questa novità già da quest’anno, salvo poi decidere di rimandare e perfezionare ulteriormente la tecnologia dello schermo pieghevole prima del lancio.

Già nel 2013 Samsung aveva presentato un prototipo di telefono con schermo pieghevole, il Galaxy X. Resta quindi da capire se lo smartphone che verrà lanciato nel marzo 2018 verrà chiamatop effettivamente S9 o X, riprendendo il nome del primo prototipo.

Anche LG e Lenovo hanno annunciato simili tecnologie per i propri prodotti, ma non siè andati oltre il semplice annuncio: non c’è ancora alcuna data di rilascio prevista. Samsung invece si è spinta oltre, e salvo cambi di rotta dell’ultimo minuto, dovrebbe mostrare al mondo il risultato del proprio lavoro tra pochi mesi.

COSTO

Questo aspetto si tratta forse di quello su cui è più facile fare stime e previsioni. Il prezzo più plausibile è simile a quello del Galaxy S8, ovvero tra £649 e £799 (cioè tra 750 e 900 euro circa). Non pensiamo che possa superare il Galaxy Note 8, poiché solitamente la serie Note è più costosa poiché dotata di alcuni accessori, come il pennino estraibile.

CONCLUSIONI

Sicuramente interessante se dovesse rispecchiare le aspettative, il Galaxy S8 sarà uno smartphone top di gamma che rivoluzionerà il mondo della telefonia mobile. Molto probabilmente sarà davvero il più innovativo di sempre. Riuscirà qualcuno, magari la stessa Samsung, in futuro a superarlo?