Google
Google ha stretto un accordo con HTC per 1.1 miliardi di dollari

Il recente annuncio di acquisizione di HTC da parte di Google sembra dare i primi effetti tangibili. Big G infatti ha annesso al proprio team, il gruppo di dipendenti HTC che si è dedicato allo sviluppo degli smartphone Pixel. Inoltre l’azienda di Mountain View potrà utilizzare in via non esclusiva i brevetti dell’azienda Taiwanese.

HTC potrà continuare a sviluppare i propri smartphone e lanciarli sul mercato con il proprio brand con un valore aggiunto. Sembra che questo accordo possa essere sfruttato bilateralmente. In queste ore sono iniziate a susseguirsi alcune indiscrezioni riguardo l’interfaccia utente dei terminali Taiwanesi.

Il launcher proprietario Sense Home presto potrebbe ricevere un importante aggiramento. Tra le novità introdotte potrebbe esserci una serie di gesture del tutto simili a quelle presenti sul Pixel Launcher. Questo launcher è quello presente di default sui dispositivi Pixel di Google, un chiaro segnale della collaborazione tra le due aziende.

In questo modo, possiamo immaginare gli smartphone HTC del prossimo futuro assomiglieranno, almeno dal punto di vista software, ai prossimi Pixel realizzati da Mountain View.

Al momento non si conoscono le tempistiche di rilascio di questo major update, ma a giudicare dai video che circolano in rete, l’aggiornamento sembra quasi pronto. Non resta che attendere ulteriori comunicazioni in merito da parte di HTC.