Parrot Hydrofoil, robot ibrido,
Parrot Hydrofoil, robot ibrido

Parrot Hydrofoil è un robot ibrido, un drone volante ancorato a un aliscafo in grado di sollevarsi a pelo d’acqua e sfrecciare come un vero e proprio campione in una regata.

Parte della seconda generazione di Minidrones, grazie a cui l’azienda francese si è proiettata ancora di più nell’era dei connected toys – Parrot Hydrofoil sono robot in miniatura ultra leggeri e ultra tecnologici, pilotabili via smartphone e tablet grazie all’app gratuita FreeFlight 3.

Una volta ancorata all’aliscafo e attivati i motori, la parte superiore del drone si dispone perpendicolarmente alla struttura nautica e, attraverso le quattro eliche, scivola sull’acqua e si alza di 5 cm, mantenendo una stabilità e un’agilità davvero sorprendenti.

2.Hydrofoil_ORAK_inthewater

A seconda della riduzione o dell’aumento dell’attrito con l’acqua, Parrot Hydrofoil raggiunge velocità differenti – fino a un massimo di  5,4 nodi (10 km/h) – e vira in un battibaleno, senza tuttavia correre mai il rischio di capovolgersi.

Parrot Hydrofoil può anche essere utilizzato indipendentemente dalla struttura nautica. Essendo dotato di tutte le caratteristiche tipiche dei Minidroni volanti, infatti, é un volatile straordinario che sfreccia e compie divertenti acrobazie in aria.

 

Specifiche tecniche:

  • Velocità massima:

o   18 Km/h in volo

o   10 Km/h (5.4 nodi) sull’acqua (è consigliato usare Hydrofoil su acqua dolce)

  • Autonomia:

o   7 minuti

o   Ricarica rapida in 25 minuti (con caricatore 2.6A, non incluso)

Parrot Hydrofoil sono disponibili in due modelli:

Orak & New Z al prezzo consigliato di 149,90 € presso Media World, GameStop e i migliori negozi di elettronica.

Articolo precedentePawost: il virus che colpisce Google Talk
Articolo successivoUMi Super “Champion Edition” arriva la raccolta fondi su Kickstarter
Federica Vitale
Federica Vitale nasce come web writer convinta e le sue passioni, sin da bambina, si sono rivelate la carta e la penna. Laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Perugia, ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere nel 2003 e ha proseguito gli studi laureandosi nuovamente nel 2007 in Scienze e Tecniche della Comunicazione, presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Viterbo, dove ha collaborato come cultore della materia per la cattedra di Linguaggi Audiovisivi. Il suo percorso formativo e la sua passione per il cinema e la letteratura l’hanno portata a specializzarsi nell’analisi della produzione letteraria e delle sue trasposizioni cinematografiche. Ha pubblicato il libro 'L’universo africano di Karen Blixen'. Ama scrivere ed esprimersi anche attraverso la fotografia poiché le piace vivere il mondo a 360°. La passione per l’immagine e per le parole si riassumono nella creazione dell’articolo.