Instagram
Come mettere in vendita un’app o un gioco su Instagram?

Non è facile riuscire a pubblicizzare una propria applicazione o un gioco su Instagram. In questa breve guida vi daremo alcune dritte.

Quando si sviluppa un’applicazione nuova di zecca, bisogna trovare i canali giusti per pubblicizzarla. Cosa si può fare per accrescere la propria clientela? Una delle scelte più adoperate riguarda la chance di adoperare il metodo del social media marketing. Un sistema totalmente gratuito, i cui messaggi possono diventare virali con molta rapidità e facilità. Mentre buona parte delle piattaforme consentono un forte incremento dei messaggi, come ad esempio Facebook, Google+, Twitter e Pinterest, con Instagram tale operazione risulta un po’ più complicata. Tutto ciò perché i link inseriti all’interno del social network riservato alle fotografie non possono essere cliccati. Ecco alcuni consigli utili per diffondere al meglio un’applicazione o un gioco su Instagram.

Uno dei sistemi più immediati per diffondere un’app è senza di dubbio l’utilizzo degli hashtag. Questi ultimi assumono un’elevata rilevanza in un social network come Instagram o Twitter, dato che consente il rapido ritrovamento di un determinato post. Di conseguenza, l’applicazione da promuovere viene visualizzata da un maggior numero di utenti. Per esempio, se si vuole pubblicizzare un’app da collegare alla fotocamera, si consiglia di utilizzare hashtag come #Androidphotography, #Android e #AndroidPhoto. Se viene scelto un hashtag adeguato, più utenti potranno vedere un determinato post in pochi secondi.

Inoltre, per rendere più efficace un’operazione di marketing su Instagram, bisogna anche pubblicare immagini di una certa qualità, oltre ad essere in grado di catalizzare l’attenzione degli utenti. Se un fruitore di Instagram nota un’immagine in grado di rubare l’occhio, viene incentivato a fare clic su di essa e verificarne il contenuto. Sarà quindi sufficiente tornare all’applicazione della fotocamera e ottenere alcune immagini prima di postarle sul social network. Come screenshot dell’interfaccia utente si può scegliere la raffigurazione di un tramonto, di un’alba o di una qualsiasi opera d’arte.

Leggi anche:  Instagram potrebbe modificare il modo di inserire gli hashtag nei post

Un discorso a parte viene rappresentato dai link, che come già accennato non possono essere cliccabili su Instagram. Non si può cliccare in maniera diretta su un qualsiasi collegamento ipertestuale, ma è necessario evidenziarlo, effettuarne la copia ed incollarlo in un certo browser. Per fare in modo che tale operazione risulti meno difficile, si può scegliere di utilizzare un indirizzo Url più corto per fare in modo che venga ricordato più rapidamente dall’utente. Per riuscire in questo intento, si può utilizzare l’applicazione Domainr. Inoltre, su Instagram il pubblico è differente rispetto a quello che si trova su Google+, Facebook o Twitter, dato che è formato per la maggior parte da appassionati di fotografia o da giovani sotto i 25 anni. Bisogna quindi soddisfare questo target che si serve molto spesso di un dispositivo mobile.

In conclusione, si consiglia di seguire su Instagram il servizio Android Headlines, per ricevere poi ulteriori istruzioni grazie a Social Media Marketing e acquistare un’App Review a pagamento. E pubblicizzare la propria applicazione su Instagram risulterà meno complicato.