windows 10

Windows 10 sarà gratis per tutti gli utenti in possesso di Windows 7 e WIndows 8, ma la novità eclatante è che anche chi possiede una copia pirata di tali versioni software potranno aggiornare il proprio pc alla versione originale di Windows 10.

Microsoft ha deciso un netto cambio di rotta con la realizzazione di Windows 10 e le dichiarazioni che arrivano da Redmond lasciano quasi increduli e quest’ultima non è da meno.

“Aggiorneremo tutti i PC qualificati, sia con OS originale che non originale, a Windows 10”, afferma Terry Myerson, il capo di Microsoft Windows, in un’intervista a Reuters.

Se le parole di Myerson non dovessero bastare ne arriva ulteriore conferma da un portavoce di Microsoft che ha dichiarato a The Verge che: “Chiunque abbia un dispositivo qualificato può aggiornare a Windows 10, compresi quelli con copie pirata di Windows, crediamo che i clienti nel corso del tempo capiranno il valore delle licenze di Windows e sarà più facile per loro passare a copie legittime”.

Affermazioni che non lasciano spiragli a dubbi e quindi anche chi non possiede una licenza legittima di Win 7 e 8 potrà aggiornare il proprio pc a Windows 10, se avrà le caratteristiche per farlo. È stato Windows XP il primo sistema operativo dell’azienda a partire dal quale sono stati introdotti software per la verifica delle chiavi di licenza la cui utilità era pari a zero perché facilmente aggirabili.

Da uno studio sull’argomento è emerso che molti dei sistemi operativi pirata erano montati sulle macchine dei proprietari a loro insaputa, inoltre nel 2011 Steve Balmer ha reso noto che solo un cliente su dieci paga per un software Microsoft in Cina. Il problema delle copie pirata è molto sentito soprattutto in Russia, India, Cina e Brasile.

Dunque è confermato che da questa estate, con molta probabilità a partire da settembre, tutti potranno installare gratuitamente Windows 10 sia che siate in possesso di una copia genuina che di una copia pirata d Windows 7/8.