internet explorer
Spartan

Internet Explorer andrà in pensione definitivamente con l’arrivo di Windows 10, previsto per questa estate, in cui il browser predefinito sarà Spartan più adatto anche ai dispositivi mobile.

Microsoft sta facendo un lavoro minuzioso e in tutte le possibili direzioni per il lancio del nuovo Windows 10 e per questo è abbastanza chiaro il motivo di sostituire una parte importante del sistema operativo, il browser.

Internet Explorer addio, arriva inesorabile Spartan.

spartan

Internet Explorer è stato “IL” Browser durante tutti gli anni ’90, un po’ per forza di cose perché installato su tutti i pc, egemonia di Microsoft, un po’ perché le alternative valide scarseggiavano. Con l’avvento del Web 2.0 e delle versioni mobile e/o di alternative valide come Firefox e Chrome (merito, forse, anche del mobile) Internet Explorer ha perso il primato di browser più utilizzato, è arrivato a toccare quota un miliardo, e per questo Microsoft ha deciso di mandarlo in pensione a favore di Spartan il nuovo browser che si adatta alle diverse versioni, desktop e mobile, di Windows 10 che si vocifera dovrebbe arrivare in versione definitiva questa estate e gratis per chi lo scarica il primo anno e in possesso di licenze di Windows 7 e Windows 10.

Leggi anche:  Microsoft Surface Go, il teardown di iFixit rivela un basso grado di riparabilità

Spartan sembra sarà molto minimalista, nello stile tipico di Chrome, e con integrato Cortana per i comandi vocali utilizzabili anche da pc. Tutte le novità del browser non sono ancora note per cui potrebbero essere tante e diversamente sfruttabili a seconda dell’hardware su cui è installato.

Con Windows 10 Internet Explorer vivrà ancora per qualche tempo fino a quando non verrà spazzato via definitivamente dall’avanzata inesorabile di Spartan che a quanto pare non avrà alcuna pietà.