samsung orbis
Il Samsung Orbis sarà alimentato da SoC Exynos 7420

Il Samsung Orbis sarà il prossimo smartwatch dell’azienda sudcoreana e sarà molto differente dai Gear S essendo dotato di display circolare in stile Moto 360. L’indossabile verrà alimentato dallo stesso SoC presente sul Galaxy S6 e sul Galaxy S6 Edge.Il Samsung Orbis è stato protagonista proprio ieri di nuove indiscrezioni che hanno svelato alcune delle sue funzionalità. Lo smartwatch avrà un particolare sistema di riconoscimento di immagini e oggetti, attraverso un registro di codici a barre si potranno effettuare acquisti con Samsung Pay e infine è previsto anche il riconoscimento dei gesti. L’ultima importante novità riguarda il processore che alimenterà l’indossabile, secondo alcune fonti si tratta dell’Exynos 7420.

Samsung Orbis: durata della batteria prevista per 4-5 giorni

Il Samsung Orbis sarà alimentato dal SoC octa-core Exynos 7420, lo stesso scelto dal produttore per i due nuovi top di gamma presentati a inizio Marzo. Questa scelta è stata determinata dall’obiettivo di offrire al consumatore una maggiore durata della batteria, infatti il Gear S è dotato di un chipset dual-core Qualcomm Snapdragon e la durata della batteria è di 1-2 giorni per un uso normale, mentre in modalità risparmio energetico si raggiungono i 3-4 giorni. Samsung applicando l’Exynos 7420 al prossimo smartwatch potrebbe raggiungere un’autonomia per 4-5 giorni con un uso moderato.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 9, ecco il video introduttivo pubblicato per errore

Secondo la fonte il Samsung Orbis dovrebbe essere presentato al CTIA di Las Vegas che si terrà dal 9 all’11 Settembre. Così com’è avvenuto per la sesta generazione del Galaxy S ci aspettiamo anche per il settore smartwatch importanti novità.

Che ne pensate della scelta di utilizzare l’Exynos 7420 sull’indossabile?