api camera 2

Il lancio delle API Camera 2 su Android Lollipop ha entusiasmato tutti gli appassionati di fotografia, in quanto essi avrebbero potuto scattare foto ancora migliori grazie ad una serie di funzionalità aggiuntive nell’app Fotocamera.

Ma spesso i dispositivi Android, essendo personalizzati dai propri produttori, non godono di tutte le feature implementate dagli sviluppatori Google ed anche in questo caso è così. I nuovi top di gamma presentati al Mobile World Congress di quest’anno, il Samsung Galaxy S6, S6 Edge e l’HTC One M9, non hanno le due nuove funzionalità introdotte con le API Camera 2: la capacità di scattare foto in formato RAW (DNG) e il controllo del tempo di esposizione. Francois Simmond di SpectraStudy ha esaminato attentamente le app Fotocamera dei nuovi dispositivi di punta ed ha notato che un certo lavoro è stato fatto (Samsung in particolare ha introdotto un’interfaccia della fotocamera molto più semplice), ma mancano ancora alcune importanti funzioni. Questo è in netto contrasto con i dispositivi Nexus che hanno Android 5.0 Lollipop: il Nexus 6 e 5 hanno entrambi il pieno supporto ai comandi manuali e sono in grado di salvare le foto in formato RAW. E’ opportuno ricordare che anche gli iPhone di Apple supportano il pieno controllo sui tempi di esposizione con iOS 8 (ma non possono acquisire immagini RAW). Ecco un elenco più completo delle nuove funzioni date dalle API Camera 2 assenti, per esempio, sul Galaxy S6:

  • bilanciamento del bianco manuale;
  • controllo della velocità dell’otturatore;
  • controllo dei parametri di esposizione manuale;
  • possibilità di scattare foto in formato RAW;
  • misurazione non fissa, ecc.

Speriamo che queste funzioni verranno presto aggiunte tramite un aggiornamento software.

via