samsung qualcomm

Qualcomm, azienda leader nel mondo per la produzione di processori e modem per dispositivi mobili, annuncia importanti novità soprattutto per gli sviluppatori.

Qualcomm annuncia l’arrivo entro fine anno di una nuova scheda di sviluppo, utilizzabile su molti dispositivi del futuro, basata sul processore Snapdragon 410.

Qualcomm annuncia una board per sviluppatori

Qualcomm ha annunciato di essere sul punto di rilasciare una scheda di sviluppo basata sul processore Snapdragon 410, chiamato DragonBoard 410C, e che essa verrà commercializzata entro la fine dell’anno. Il DragonBoard 410C è lo stesso quad-core a 64-bit con frequenza di clock a 1,2 GHz del Qualcomm Snapdragon 410 che abbiamo visto negli ultimi di smartphone e tablet Android di fascia media.

Su questa board Qualcomm ha integrato il processore combinandolo con la GPU Adreno 306. La scheda ha le dimensioni di una carta di credito e contiene WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth, radio FM e il GPS. Gli informatori di Qualcomm spiegano che il DragonBoard potrebbe essere utilizzato per qualsiasi cosa, dai robot ai dispositivi medici, per distributori automatici e console di gioco nei casinò, ma aggiunge che “il 410C DragonBoard è progettato per supportare lo sviluppo del software veloce, l’istruzione e la prototipazione.” L’hardware si inserisce su una scheda delle dimensioni di una carta di credito, quindi potrebbe facilmente adattarsi a questo tipo di prodotti.

Leggi anche:  OPPO vuole essere il primo produttore di smartphone 5G nel 2019

Uno sguardo più approfondito alla scheda delle caratteristiche dimostra che supporta ufficialmente la riproduzione di video Android e Linux oltre a 1080p HD. La Qualcomm DragonBoard può anche supportare una fotocamera con risoluzione fino a 13MP completo di tecniche di post-processing, tra cui un decoder JPEG. C’è un connettore full size HDMI, tre porte USB (di cui una porta microUSB OTG e le altre due USB standard) e uno slot MicroSD per espandere la memoria.

Questa Qualcomm DragonBoard 410C sarà una scheda con un uso prettamente per sviluppatori ma potrebbe essere integrata anche all’interno di aluni miniPC Android. E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.