microsoftIl colosso americano Microsoft sta lavorando ad una versione di Cortana, l’assistente vocale presente sui dispositivi Windows Phone, compatibile con Android e iOs.

I tre maggiori sistemi operativi presenti oggi sul mercato possiedono il proprio assistente vocale: su Android abbiamo Google Now, su iOs abbiamo Siri (e Google Now), mentre Microsoft possiede Cortana. Secondo le ultime voci, il colosso americano vorrebbe rendere compatibile il suo assistente vocale anche con gli OS concorrenti. Cortana, basata su un personaggio della serie di videogiochi Halo, è arrivata circa un anno fa sui dispositivi montanti Windows Phone, e con il lancio imminente di Windows 10 arriverà presto anche su desktop. Secondo Reuters, Cortana sarà in futuro disponibile come un’applicazione stand alone installabile su qualunque dispositivo Android o iOs, sia esso smartphone o tablet.

Microsoft pronta a portare Cortana anche sulla concorrenza

In maniera simile a Google Now, l’assistente vocale di Microsoft è in grado di apprendere dal nostro modo di usare lo smartphone, e di offrire suggerimenti su ciò che potrebbe interessarci. Accede poi al nostro calendario e alle nostre email per fornirci tutte le informazioni necessarie su eventi, sul traffico e su quando abbiamo bisogno di avviarci per arrivare in orario ad un appuntamento. Contrariamente a Google Now, il motore di ricerca su cui si basa è Bing.

Leggi anche:  Android: le 14 applicazioni Gratis oggi che non devono mancare sullo smartphone

Microsoft crede molto in questo assistente vocale, e crede che grazie alle sue capacità di apprendimento potrebbe diventare il primo assistente interattivo in grado di anticipare le mosse del singolo utente. La mossa di portarlo su Android e iOs faciliterà la diffusione di Cortana nel mondo. Dopotutto, i dispositivi Windows Phone sono ben lontani dai numeri di Android e iOs, e dunque questa sembra la mossa più azzeccata.

La fonte non ha specificato alcuna data d’arrivo, anche se è auspicabile pensare che l’applicazione sarà disponibile dal prossimo autunno quando Microsoft lancerà la versione aggiornata per Windows 10.