hannspree recensione

La tecnologia moderna è ormai concentrata su un particolare aspetto. Miniaturizzare il più possibile i dispositivi riportando gli stessi contenuti tecnici che normalmente richiedevano dimensioni considerevoli in pochi centimetri di spazio.

In questo senso un prodotto ambizioso è Hannspree il micro pc targato Microsoft.

Si tratta, come dice la parola stessa, di un personal computer in miniatura. Farlo funzionare è semplice: è sufficiente collegarlo ad un dispositivo (monitor, tv e simili) dotato di presa HDMI per trasformarlo in un pc a tutto tondo.

Hannspree, la recensione

Le dimensioni

Per capire quanto sia piccolo Hannspree è sufficiente riportarne le misure: 111 x 38 x 10 mm. In altri termini pensate ad una comunissima chiavetta USB, l’ingombro è più o meno quello. Non solo, anche il peso è infinitesimo: solo 40 grammi. Un prodotto realmente tascabile.

Al suo interno non c’è però solamente spazio di archiviazione ma un vero e proprio personal computer. Diciamo che di per se la notizia non desta scalpore. Basta considerare che sui nostri smartphone ci sono già dei veri e propri gioielli dell’hardware con prestazioni davvero notevoli.

Hannspree ha però qualcosa in più. Vediamo insieme le caratteristiche tecniche.

Il suo punto di partenza è il processore. Nato dalla collaborazione con Intel, il micro pc tascabile, si fregia di un Quad core da 1.33 Ghz fino a 1.83 Ghz raggiungibile grazie alla modalità turbo. Completano il quadro 2Mb di cache e 2 Gb di Ram DDR3.

La memoria Ram DDR3 garantisce una buona velocità con bassi consumi energetici (30% in meno rispetto ad una DDR2).

Il suo punto di forza non è certamente lo spazio di archiviazione ma non è nemmeno il punto debole. I suoi 32 Gb, infatti, grazie al fomato di archiviazione eMMC, permettono di  archiviare video, immagini, musica con una architettura studiata per lavorare in perfetta sintonia conWindows 8.1.

Se poi si ha necessità di memoria aggiuntiva è possibile ricorrere all’utilizzo di una scheda micro SD da 128 Gb non inclusa acquistando il dispositivo.

Parlando di connettività, oggi come oggi, sappiamo bene che è fondamentale essere sempre sul web. Hannspree non delude le aspettative. Permette, infatti, di collegarsi in modo rapido e veloce alle reti wi-fi e per chi avesse bisogno di condivedere file senza utilizzare una rete specifica è possibile attivare una connessione bluetooth (protocollo 4.0) senza bisogno di utilizzare scomodissimi cavi.

In un comune pc non può mancare una scheda grafica. Anche Hannspree non ne è deficitario. Dispone, infatti, di una scheda grafica Intel HD Graphics con clock di base a 311MHz fino a 646MHz.

Analizziamo i consumi

Il consumo massimo di 4.9 Watt, lo si ha solamente con le periferiche connesse. In realtà si riduce a soli 1.5 Watt in condizioni di inutilizzo e senza periferiche collegate. Ottime dunque le prestazioni energetiche.

Non possiamo parlare di consumi in stand-by in quanto non è stato previsto. Mettetevi, dunque, l’anima in pace: per attivare e disattivare il pc dovrete passare per il tasto on/off.

Andiamo a vedere le caratteristiche costruttive.

Si capisce subito che non si tratta della classica “cineseria” e lo si vede dall’installazione del connettore per l’antenna wi-fi, assente nella maggior parte dei modelli di questo.

Leggi anche:  Poptel P9000 MAX, quando un rugged phone incontra un powerbank.

Il surriscaldamento. Una problematica che purtroppo non dipende tanto dalla qualità costruttiva quanto dalle difficoltà di installare tante componenti in così poco spazio. Il dispositivo, infatti, non riesce a dissipare tutta l’energia, nonostante due feritoie laterali. Un problema non di poco conto se si considera che all’aumentare della temperatura si riscontra un rallentamento delle prestazioni.

Temperature limite attorno agli 85 gradi si raggiungono purtroppo molto facilmente e questo determina un calo del rendimento del processore che si trova a dover lavorare a frequenze non ottimali. Basti pensare che le temperature d’esercizio dovrebbero essere attorno ai 60 gradi, in modo da poter far girare la cpu alle giuste frequenze. Il raffredamento è perciò migliorabile magari ripensando all’architettura.

Altro grande limite del dispositivo è insito nell’impossibilità di accedere alla Bios, problema che impedisce di poter utilizzare altri sistemi operativi e ne limita la personalizzazione.

Per il resto il sistema operativo gira senza grossi problemi. Ottima la memoria eMMC che permette l’avvio del sistema operativo in soli 22 secondi. Il SoC Atom Z3735F permette di gestire con relativa fluidità anche applicazioni come Microsoft Office, Maps ed internet explorer che è possibile installare ma che non sono comprese nel pacchetto.

Per concludere potrete portarvi a casa il micro-pc ad una cifra attorno ai 229 euro con inclusa la licenza di Windows 8.1 e Bing. Se volete risparmiare qualcosa potrete però acquistarlo online su Amazon, dove viene venduto a 199.99 euro.

Concludendo…

In conclusione si tratta sicuramente di un prodotto valido con molte caratteristiche positive e qualche grande limite/difetto. Ad ogni modo è uno dei prodotti più importanti di questo tipo che sbarca sul mercato europeo e che non rappresenta un prodotto cinese di scarsa qualità.

Molte le cose da migliorare ma nel complesso il tentativo è  da apprezzare. In effetti Hannspree ha già agguantato un importante riconoscimento: il “Cebit Preview Awards“, manifestazione che si tiene ogni anno in Germania ad Amburgo e Monaco di Baviera e che rappresenta sicuramente un trampolino di lancio per molte aziende che presentano i loro nuovi prodotti.

Applicazioni

Hannspree si presenta sicuramente come un prodotto aziendale. Diversi i settori, soprattutto quelli in cui ci si sposta parecchio e non si hanno bisogno di potenze eccessive, in cui farebbe comodo avere un dispositivo portatile di questo genere.

Ma non solo, anche per chi ha semplicemente la necessità di far diventare una banale televisione in un personal computer o in una sorta di totem multimediale hannspree può rappresentare un buon compromesso.

Per gli amanti dei videogames è anche possibile far girare dei giochi anche se la problematica del calore ne limita spesso la fruibilità.

Con ogni probabilità la miniaturizzazione sarà il futuro ma rappresenterà anche la fine di prodotti che fino ad oggi sembravano insostituibili come i computer destkop e probabilmente anche gli stessi notebook. Guardare al futuro col bagaglio del passato, la strada è segnata.

Prezzi:

[wp_search_xml_best_price keywords=”Hannspree”]

 

VideoRecensione: