iphone

Il problema della scarsa durata della batteria è uno dei più antipatici per quanto riguarda l’iPhone e il suo utilizzo. Eppure, secondo un rappresentante dei vertici della Apple, l’autonomia limitata non sarebbe altro che una scelta condivisa dai propri utenti.

Il responsabile del design di Apple Jonathan Ive ha rilasciato un’intervista al giornale Financial Times spiegando le motivazioni secondo le quali l’iPhone continua a non essere dotato di una batteria dall’autonomia maggiore. Secondo Ive, uno dei punti di forza del dispositivo della società di Cupertino riguarda le sue forme sottili e la sua facilità di utilizzo. Ma quale sarebbe la relazione tra queste caratteristiche di design e la grandezza della batteria?

Nel corso di un discorso nel quale si è parlato anche delle prospettive di Apple Watch, Ive ha spiegato che gli utenti utilizzano l’iPhone in maniera massiccia proprio perché è leggero e facile da tenere nella propria mano. Tutto ciò comporta però una sensibile limitazione dell’autonomia della batteria. Ma questo non sarebbe un problema per i fruitori del servizio, anzi.

Leggi anche:  iPhone 2018: data di presentazione e vendita prima del previsto

In pratica, sarebbe stata data più importanza alla sottigliezza dell’iPhone a discapito della batteria. Sempre a detta di Jony Ive, se il modello Apple diventasse più pesante e migliorasse la propria autonomia di utilizzo, gli utenti lo userebbero in misura minora a causa proprio dell’aumento di peso. Inoltre, il design diventerebbe più ingombrante e meno accattivante per gli amanti dello stile.

Una risposta alquanto controversa che sembra essere lontana dai veri bisogni degli utenti iPhone, che vorrebbero uno smartphone in grado di durare per un arco di tempo maggiore. La scelta di una batteria piccola sarebbe stata confermata anche in occasione del lancio del nuovo Apple Watch, che dovrebbe avere un’autonomia di circa due ore e mezzo in caso di utilizzo frequente e continuato, mentre la durata aumenterebbe a tre ore se si scegliesse di adoperare il dispositivo a metà strada tra un orologio e uno smartphone soltanto per osservare lo scorrere del tempo.

via