Google: operatore virtuale solo per i Nexus 6?

Sembrerebbero essere i possessori di Nexus 6 statunitensi i primi a poter sperimentare le funzionalità della rete MVNO di Google. Un ridimensionamento quindi per quella che inizialmente era apparsa come una notizia importante e che avrebbe stravolto il mercato delle telecomunicazioni.

Google un po’ di tempo fa aveva annunciato il suo coinvolgimento nel mercato delle telecomunicazioni come nuovo operatore, con la sfida della cooperazione fra reti mobili cellulari e reti wireless.
Stando a quanto dichiarato dal Wall Street Journal, la sfida di Mountain View per ora sarà parecchio limitata; si serviranno di una nicchia di mercato che riguarda l’ecosistema Google con l’ultimo Nexus 6 prodotto da Motorola che ha come sistema operativo Android Lollipop in versione stock.

La rete che Google starebbe mettendo su sarebbe di modeste o piccole dimensione e non ha alcuna intenzione di competere con gli altri operatori concorrenti ma gli sforzi che saranno messi in campo hanno il fine di dettare le future linee nel campo delle telecomunicazioni. Queste intenzioni corrispondono anche alle dichiarazioni di Sundar Pichai, vicepresidente di Google e vertice dei progetti Google Chrome e Android, rilasciate al Mobile World Congress di Barcellona, kermesse appena conclusasi.

Leggi anche:  Google modifica le condizioni di Android per il settore business

Per il momento pochissime dichiarazioni ufficiali e tantissimi rumors ma sempre secondo il WSJ i possessori di Nexus 6 negli Stati Uniti non dovranno aspettare molto per poter sperimentare i servizi di Google come operatore virtuale.

Via