Samsung Galaxy S6, sensore per le impronte digitali in azioneCon il Samsung Galaxy S6 presentato qualche giorno fa, il colosso sudcoreano ha migliorato, tra le altre cose, anche il sensore per le impronte digitali, che risulta adesso molto più simile alla controparte adottata da Apple fin dal suo iPhone 5s. I ragazzi di PhoneArena ci mostrano in un video il sensore all’azione, mettendolo a paragone con quello del suo concorrente diretto.

Il sensore per le impronte digitali di Samsung ha fatto la sua apparizione lo scorso anno con il Galaxy S5, ed è stato poi riproposto sul Galaxy Note 4 e variante Edge. Purtroppo il sensore risultava spesso impreciso perché per funzionare richiedeva di far scivolare il dito lungo il tasto per far sì che si potesse leggere bene l’impronta. Il tutto risultava macchinoso in alcuni frangenti perché il dito scorreva di lato e si richiedeva una elevata precisione durante lo scorrimento. Con il Samsung Galaxy S6 l’azienda ha finalmente migliorato questa funzione, rendendola praticamente uguale a quella già vista sui dispositivi di casa Apple: basterà infatti tenere il dito poggiato sul tasto (senza farlo scorrere) e il dispositivo si sbloccherà in men che non si dica.

Ecco il sensore per le impronte digitali del Samsung Galaxy S6 in azione

Registrare un’impronta digitale nella nuova e rinnovata TouchWiz è molto semplice. Il sistema chiede di poggiare il dito diverse volte e in diverse posizioni per poter riconoscere l’intera mappatura, in un modo davvero molto simile a quello già visto sugli iPhone. Verrà poi richiesta una password da utilizzare se non si vuole sbloccare il dispositivo con le proprie dita. Il Samsung Galaxy S6 funziona quindi in maniera egregia e praticamente allo stesso modo di iPhone 6, ma se volete vedere lo sblocco del dispositivo in azione, ecco a voi due video registrati dai ragazzi di PhoneArena durante il Mobile World Congress, che mostrano anche un paragone tra i due telefoni rivali.

VIA