Samsung Galaxy S6 Edge: ecco le funzioni dello schermo curvo

Il Samsung Galaxy S6 è stato presentato nel corso del Mobile World Congress di Barcellona, ma siamo sicuri che farà parlare di sé per moltissimo tempo. Dopo avervi raccontato le funzionalità dello schermo curvo del Samsung Galaxy S6 Edge, l’attenzione della stampa si rivolge principalmente al processore adottato, con una domanda nello specifico: perché non è stato scelto un processore Qualcomm?

Samsung Galaxy S6: non scelto lo Snapdragon 810 perché “insufficiente”

Già dai primi rumors, in rete si parlava della possibilità che Samsung, a differenza degli altri anni, decidesse di implementare nei propri terminali solamente il processore proprietario Exynos, invece che il solito Qualcomm. Se ricordate, nel corso degli anni precedenti, l’azienda produceva due differenti versioni: una da lanciare globalmente con lo Snapdragon, ed una più “localizzata” con l’Exynos.

Leggi anche:  Samsung e LG: obiettivo comune, rilasciare più smartphone possibili sul mercato

Quest’anno, invece, con il Samsung Galaxy S6 la scelta è stata tutta votata all’utilizzo dell’Exynos, il motivo? lo spiega direttamente JK Shin, il presidente di Samsung, in una intervista al Korea Times:

Nel corso degli anni Samsung ha sempre utilizzato chipset di Qualcomm, ma non siamo votati ad un unico produttore. Samsung utilizza sempre i migliori componenti disponibili sul mercato, nel tentativo di distinguerci dalla concorrenza.

I benchmark sono stati favolosi, ma sappiamo che lasciano davvero il tempo che trovano. Saranno così performanti anche nelle prove sul campo? non ci resta che attendere e vedere da vicino questo nuovissimo Samsung Galaxy S6.

via