doogee hitman dg850

Doogee, azienda cinese sconosciuta ai più, da sempre sforna ottimi smartphone. Dopo avervi raccontato del Doogee Turbo2 DG900, in questi giorni è arrivato in redazione l’ultimo Doogee Hitman DG850, il famoso clone dello Xiaomi Mi4 (cliccate qui per la nostra recensione).

Doogee Hitman DG850: la recensione del clone dello Xiaomi Mi4

Di dispositivi provenienti dalla Cina ne abbiamo sempre visti veramente tanti, ma difficilmente ci siamo mai affezionati ad uno smartphone in particolare. I cloni, purtroppo, sono una ‘piaga’ molto diffusa, ma non sono sempre sinonimo di versioni più scadenti degli originali.

Estetica

doogee hitman dg850

Dopo avervi descritto il contenuto della confezione originale, partiamo con il parlare del Doogee Hitman DG850 da un punto di vista puramente estetico. Questi, in effetti, assomiglia veramente moltissimo allo Xiaomi Mi4. Sulla parte anteriore troviamo tre tasti on-screen (che identificano sempre i soliti ‘comandi’ di tutti gli smartphone Android), con fotocamera secondaria ed i vari sensori di luminosità e prossimità. La parte posteriore è in plastica (simil vetro) completamente lucida. I bordi, invece, sono in metallo di colorazione nera con tasti per il volume/accensione sul lato destro, superiormente il jack da 3.5mm e la microUSB sulla parte inferiore.

Il display, essendo da 5 pollici, potrebbe portare a dimensioni abbastanza contenute, ma nella realtà abbiamo: 139.3 x 68.5 x 8.8 millimetri, per un peso complessivo (batteria non removibile inclusa) di 184.8 grammi. Esteticamente è veramente carino, peccato che il peso sia decisamente superiore alla media (basti pensare che, ad esempio, lo Huawei Honor 6 Plus ha un peso di 176 grammi ed un display da 5.5 pollici).

Hardware

Il Doogee Hitman DG850 presenta un display da 5 pollici HD con risoluzione a 1280 x 720 pixel e 16 milioni di colori. Dobbiamo ammetterlo, siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla qualità generale di questo dispositivo; difficilmente pensavamo che ci avrebbe entusiasmato in questo modo, ma lo schermo sembra davvero avere una marcia in più rispetto a tutti gli altri (quasi al pari del FHD dello Xiaomi Mi4).

Il processore, invece, è uno dei più low-cost di sempre: Mediatek 6582, quad-core, con frequenza di clock a 1.3GHz, accompagnato da una GPU Mali 400MP2. Nel tentativo di offrire discrete prestazioni, ma allo stesso tempo tenere un prezzo il più basso possibile, da qui nasce la decisione di integrare un processore Mediatek. Del suddetto modello ne abbiamo già parlato moltissime volte, in questo caso riusciamo a raggiungere circa 19’000 punti su AnTuTu e, allo stesso tempo, è molto difficile pensare di giocare a titoli del calibro di Asphalt 8. Dai test effettuati è stato notato che è possibile avviare il gioco, ma godere di una esperienza fluida è tutt’altra cosa (sono presenti molti lag).

Il Doogee Hitman DG850 è, allo stesso tempo, uno smartphone Dual SIM, per questo avrete la possibilità di integrare due differenti SIM di altrettanti operatori telefonici (due microSIM). Sfortunatamente è assente la possibilità di espandere la memoria tramite una microSD, pertanto vi dovrete accontentare del taglio di memoria che sceglierete all’atto dell’acquisto.

L’altra caratteristica molto interessante è la presenza del sensore IR, ovvero di quel piccolo componente (posto esattamente sul lato superiore dello smartphone), che vi permetterà di trasformarlo in un vero e proprio telecomando per controllare televisioni o altri dispositivi.

Leggi anche:  Recensione Xiaomi Mi A2: lo smartphone più atteso di questa estate

Concludono le specifiche tecniche 1GB di RAM e tutta la connettività base: WiFi, bluetooth 4.0 e GPS.

Fotocamera

doogee hitman dg850

Il Doogee Hitman DG850 integra un componente principale da 13 megapixel, con flash LED e autofocus, accompagnato da una fotocamera secondaria da 8 megapixel. Al solito, non lasciatevi ‘ingannare’ dai megapixel, anche un componente con moltissimi ‘pixel’ non sempre è in grado di scattare grandi istantanee.

In questo caso abbiamo ottimi scatti in condizioni di grande luminosità, i colori sono molto vivi ed i dettagli abbastanza precisi. Tuttavia dobbiamo dire di essere rimasti abbastanza delusi dal risultato ottenuto negli scatti all’interno delle abitazioni.

Sebbene sia presente un flash LED, questi non riesce a svolgere perfettamente il proprio lavoro, anzi, l’immagine è quasi più buia con il flash di quella senza. Se volete uno smartphone per scattare istantanee all’aria aperta, il Doogee Hitman DG850 è più che sufficiente, viceversa, appena vi spostate all’interno, la situazione cambia irreparabilmente.

Software e memoria

doogee hitman dg850

Il Doogee Hitman DG850 viene importato direttamente dalla Cina, per questo motivo potreste riceverlo con alcune applicazioni in lingua cinese. In quel caso, non disperate, possono essere tranquillamente disinstallare come tutte le altre app presenti sui vari smartphone.

Il sistema operativo è, ovviamente, Android, aggiornato alla versione 4.4.2. Non sono presenti particolari personalizzazioni software, pertanto vi sembrerà di avere tra le mani una versione quasi ‘stock’ del sistema operativo di casa Google.

Allo stesso modo, di default, non troviamo quasi nessuna applicazione pre-installata, se non alcune GApps (Chrome, Maps o YouTube) e davvero poco altro. Degne di nota sono, ad esempio: Remote Assistant (l’app per controllare il televisore con lo smartphone), CameraBox (l’app sostitutiva alla Fotocamera di Android) e TouchLetters (l’app che ci permette di attivare varie utility semplicemente disegnando una lettera sullo schermo quando questi è spento).

Batteria e connettività

doogee hitman dg850

La batteria interna, non rimovibile, è da 2’500mAh. Un quantitativo che, a prima vista, potrebbe apparire come più che sufficiente, e così è stato. Considerando un utilizzo medio, con chiamate di circa 2 ore, navigazione in rete intensa, messaggistica intensa e connessione dati sempre attiva, la batteria è riuscita a durare per circa 1 giorno e mezzo/ 2 giorni. Sicuramente una buona durata per un dispositivo con un display veramente molto interessante.

Lo stesso discorso non vale per la connettività, sopratutto se consideriamo le chiamate. Da un lato non abbiamo riscontrato problemi nel connetterci tramite WiFi, Bluetooth o Dati, ma dall’altro abbiamo avuto grandissimi problemi nell’utilizzare l’altoparlante per le chiamate vivavoce. Il componente non è praticamente mai riuscito a funzionare correttamente, l’interlocutore dall’altro capo del telefono ha avuto grosse difficoltà a sentirci.

Conclusioni

doogee hitman dg850

In conclusione il Doogee Hitman DG850 è un discreto smartphone con alcuni aspetti positivi:

  • Eccellente Display
  • ottima durata della batteria interna
  • Poche personalizzazioni software

dall’altro, invece, abbiamo vari aspetti negativi:

  • Non possibilità di espandere la memoria interna tramite microSD
  • Grandi difficoltà nell’utilizzare l’altoparlante per le chiamate vivavoce
  • Processore non sempre performante

Detto questo, siete interessati all’acquisto? nel caso lo foste, potete acquistare il Doogee Hitman DG850 direttamente su Chinavasion.com al prezzo di 135 euro (senza spese doganali). Di seguito per la nostra videorecensione.