huawei ascend g7

Huawei Ascend G7, l’ultimo top di gamma dell’azienda Huawei, è stato presentato da pochi mesi, ma comunque riuscito a conquistare milioni di utenti in tutto il mondo. Curiosi di scoprirlo da vicino?

Huawei Ascend G7 – la recensione

In seguito al grandissimo successo dello Huawei Ascend G6, l’attenzione della community mondiale era completamente rivolta verso il lancio del nuovo modello, il cosiddetto fratello maggiore Huawei Ascend G7. Il dispositivo ha debuttato sul mercato da ormai diversi mesi e, dobbiamo ammetterlo, è sicuramente uno dei migliori smartphone di sempre. Scopriamolo da vicino con la nostra recensione completa.

Estetica

huawei ascend g7

Dopo avervi descritto tutto il contenuto della confezione originale nel nostro precedente unboxing, partiamo con il parlare dell’estetica di questo Huawei Ascend G7, Il dispositivo presenta un display da 5.5 pollici (quindi molto ampio), ma con dimensioni effettivamente nella media (rispetto agli altri smartphone del settore): 153.5 x 77.3 x 7.6 millimetri. Il peso, di 156 grammi, è effettivamente superiore a quanto ci saremmo aspettati da un dispositivo di questo genere, ma la scocca posteriore in metallo tende ad appesantire notevolmente il tutto.

Lo smartphone presenta un parte anteriore di colorazione bianca, con sensore di luminosità e prossimità, fotocamera secondaria, led di notifica (posizionato esattamente di fianco all’altoparlante), e nessun tasto on-screen. Se, in un certo senso, la parte anteriore potrebbe essere simile ad un qualsiasi altro smartphone, la caratteristica principale è proprio ciò che sta dietro: una parte posteriore in metallo, decisamente resistente ed anti-caduta. La scelta è più che azzeccata, in mano il dispositivo pare essere più resistente e decisamente più ‘rigido’, ma in effetti bisogna fare attenzione, il rischio è che l’alluminio si possa graffiare, e basterebbe un appoggio poco delicato su una superficie, per fare un vero e proprio ‘disastro’.

Allo stesso modo, la decisione di proporre una cover posteriore in alluminio (bordi compresi), porta ad un peso decisamente maggiore. 156 grammi non sono pochi, in effetti, tenendo il terminale tra le mani vi accorgerete effettivamente di un maggiore volume.

Tralasciando questi pareri strettamente personali, da un punto di vista estetico lo Huawei Ascend G7 è sicuramente uno dei terminali più interessanti e notevoli mai visti prima d’ora. Siete alla ricerca di uno smartphone alla moda?, allora lo Huawei Ascend G7 è il terminale alla vostra portata.

Unico aspetto negativo, oltre la peso, è la non possibilità di rimuovere la cover posteriore. Data la presenza dell’alluminio era logico pensare ad una soluzione di questo tipo, e così è stato. Per poter inserire/rimuovere la microSIM o la microSD, su un lato sono stati posizionati due piccoli slot (da aprire con la ‘puntina’). Scomodo? in effetti per sostituire la SIM, tutte le volte, dovrete avere a disposizione l’aggeggio, viceversa non potrete cambiarla.

[alpine-phototile-for-picasa-and-google-plus src=”user_album” uid=”110848107923548095330″ ualb=”6109416356934388305″ imgl=”fancybox” style=”gallery” row=”4″ grwidth=”800″ grheight=”600″ size=”320″ num=”13″ align=”center” max=”100″]

Hardware

Lo Huawei Ascend G7 presenta un display da 5.5 pollici con risoluzione a 720 x 1280 pixel e 16 milioni di colori. La qualità è ottima, naturalmente non può essere paragonata ad uno smartphone on schermo a 2K o di ancor più elevato dettaglio, ma nel complesso possiamo dire che i colori risultano essere ben bilanciati, ed i dettagli abbastanza definiti. Per uno smartphone da poco più di 200 euro siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla qualità generale, davvero niente da dire.

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 410 quad-core con frequenza di clock a 1.2GHz. Sebbene si volesse realizzare uno smartphone mid-range, con prezzi di vendita relativamente contenuti, Huawei non ha voluto tralasciare alcun dettaglio anche in merito alla qualità del processore. Lo Snapdragon 410 è ancora oggi uno dei migliori sul mercato ed i nostri test benchmark ne sono la prova: 19’584 punti su AnTuTu. Un risultato abbastanza basso, ma che si trasforma in un qualcosa di decisamente positivo nel momento in cui iniziate a giocare o ad utilizzare nel vero senso della parola lo smartphone. Come al solito, ricordate che un test benchmark lascia davvero il tempo che trova, non lasciatevi ingannare dai risultati (positivi o non) di AnTuTu, anche il punteggio più basso può nascondere uno smartphone di elevata qualità.

Lo Huawei Ascend G7 viene commercializzato come uno smartphone con processore a 64-bit, ma nella realtà non vien considerato come tale. Sfortunatamente, sebbene sia installata la versione 4.4.4 di Android, il sistema operativo non riconosce lo Huawei Ascend G7 come un dispositivo con installato un chip a 64-bit, pertanto eseguirà il sistema operativo con i normali 32-bit. L’aggiornamento a Lollipop sembra essere imminente per lo Huawei Ascend G7, quindi non temete, presto verrà davvero riconosciuto in tutta la sua grandezza, ma nel frattempo dovrete utilizzarlo come un normale 32-bit.

Concludono le specifiche tecniche 2GB di RAM e la connettività base: GPS, NFC, WiFi, Bluetooth e microUSB.

[alpine-phototile-for-picasa-and-google-plus src=”user_album” uid=”110848107923548095330″ ualb=”6109418496402965489″ imgl=”fancybox” style=”gallery” row=”4″ grwidth=”800″ grheight=”600″ size=”320″ num=”13″ align=”center” max=”100″]

Fotocamera

huawei ascend g7

Se fino ad ora abbiamo visto un ottimo smartphone sotto tutti i punti di vista, molti di voi potrebbero pensare che lo Huawei Ascend G7 sarebbe ‘caduto’ sul comparto fotografico. Ebbene, anche in questo caso Huawei ha davvero realizzato un piccolo ‘gioiellino’. Nello specifico troviamo un componente principale da 13 megapixel con flash LED ed un componente secondario da 5 megapixel.

Dai test effettuati abbiamo potuto notare una grandissima qualità di entrambe le fotocamere, in qualsiasi condizione meteorologica (sia di grande luminosità che di scarsa luminosità). Alla luce del solare i colori sono ancora più accesi (ma non troppo) rispetto alla realtà, tanto da far risplendere lo scatto di luce propria. Al buio, invece, senza l’ausilio del flash LED la fotocamera non riesce a scattare buone istantanee, ma una volta attivata la luce, sembrerà davvero non ci sia buio.

Leggi anche:  Recensione Wondershare Video Converter Ultimate: lo strumento video all-in-one

Nel complesso, poco sotto trovate i nostri test, siamo decisamente soddisfatti degli scatti registrati con lo Huawei Ascend G7, senza dubbio uno degli smartphone più interessanti anche sotto questo punto di vista.

[alpine-phototile-for-picasa-and-google-plus src=”user_album” uid=”110848107923548095330″ ualb=”6109421619358989441″ imgl=”fancybox” style=”gallery” row=”4″ grwidth=”800″ grheight=”600″ size=”320″ num=”13″ align=”center” max=”100″]

Software

Il sistema operativo installato è ovviamente Android aggiornato alla versione 4.4.4. A differenza della maggior parte degli altri smartphone presenti sul mercato, lo Huawei Ascend G7 presenta anche una personalizzazione dell’azienda, in particolare una interfaccia grafica. La suddetta, chiamata Huawei Motion UI, offre lievi modifiche a quello che effettivamente è lo ‘stock’ Android, in particolare nella disposizione dei menù e dei temi utilizzati.

Non temete, se siete stati abituati ad utilizzare Android, difficilmente avrete difficoltà in questo caso. Le uniche differenze riguardano proprio dove trovare i vari pulsanti, ma in poco tempo sarete più che capaci. Di preinstallato sullo Huawei Ascend G7 sono presenti tutte le Google Apps, Facebook, Twitter, Kingsoft Office ed alcune utility molto carine.

Se da un lato potrebbe apparire come un ‘normale’ smartphone Android, la personalizzazione Huawei porta ad un livello di praticità decisamente superiore. Ad esempio, nel menu impostazioni è possibile scegliere di attivare la modalità IU con una mano (in modo da ridurre la tastiera e poterla utilizzare con una mano), attivare la cover intelligente (per accendere/spegnere il display con la cover), attivare la modalità guanti, attivare il pulsante sospendi (interessante menu che ci permette di avere direttamente sullo schermo una serie di pulsanti), ma anche la cosiddetta sezione ‘Controllo del movimento’.

In questo piccolo reparto sono state posizionate una serie di utility atte a facilitare l’esperienza utente: capovolgi (per silenziare la chiamata), scuotere il dispositivo per riorganizzare le icone, toccare due volte (modalità interessante che ci permette di attivare il display semplicemente toccando lo schermo due volte) e disegna (funzione che, dopo essere stata impostata, offre l’opportunità di accedere a determinate applicazioni disegnando una lettera sullo schermo quando spento).

La personalizzazione è molto interessante e gli effetti sulla memoria interna sono veramente ridotti. Lo Huawei Ascend G7 viene commercializzato con 16GB di memoria effettiva (espandibile tramite microSD fino a 32GB), ma effettivamente a disposizione dell’utente la quantità scende a circa 10GB. Considerato che altri terminali del calibro di Samsung non sono riusciti a fare di meglio, sicuramente, se non installate grandi applicazioni o fate video editing, anche solamente 10GB di memoria disponibile vi potrebbero bastare.

La connettività è più che ottima. Lo Huawei Ascend G7 può tranquillamente collegarsi alla rete 4G e navigare ad altissima velocità, ma se non disponete di un abbonamento di questo tipo, sappiate che anche la ricezione del 3G o del 2G sono risultate essere più che buone anche in aperta campagna. Lo stesso discorso vale per WiFi, bluetooth e NFC, nessuna carenza o problema da segnalare.

Parlando di personalizzazione, l’unica mancanza, se possiamo definirla come tale, è la quasi totale assenza di temi ‘interessanti’ da applicare alle schermate del dispositivo. In effetti, pur aprendo la relativa applicazione pre-installata sullo smartphone, abbiamo trovato davvero pochi temi per personalizzare il nostro Huawei Ascend G7.

Batteria

huawei ascend g7

In ultima analisi consideriamo la batteria, in questo caso da 3’000 mAh non rimovibile. La non possibilità di rimuoverla dalla parte posteriore del device era pressoché scontata, già la presenza di una cover posteriore in alluminio portava a pensare ad una tale impossibilità. Per questo motivo non siamo rimasti particolarmente colpiti da questa mancanza; la batteria, come detto, è da 3’000 mAh, quindi un quantitativo notevole per uno smartphone che, con il proprio display da 5.5 pollici, richiede davvero moltissima energia.

Considerando un normale utilizzo: connessione dati/WiFi sempre accesi, messaggistica istantanea intensa, navigazione in rete per qualche ora e poco gaming, lo Huawei Ascend G7 è riuscito a ‘tenere’ la carica per circa 2 giorni consecutivi. Viceversa, lasciando lo smartphone in standby con la sola connessione accesa, la durata si è estesa a circa 4 giorni consecutivi.

Conclusioni

huawei ascend g7

In conclusione lo Huawei Ascend G7 è sicuramente uno dei più interessanti terminali di questo inizio 2015. Tra gli aspetti positivi troviamo:

  • Processore eccellente
  • Ottima personalizzazione software
  • Fotocamera strabiliante

mentre tra quelli negativi:

  • Se il display fosse stato leggermente migliore, allora sarebbe stato un top di gamma assoluto.
  • La cover posteriore in alluminio appesantisce fin troppo l’intero smartphone.
  • Peccato per la cover posteriore non removibile e con due slot differenti da aprire per inserire microSIM e microSD.

Uno dei migliori in assoluto, lo Huawei Ascend G7 lo consigliamo a tutti coloro che sono alla ricerca di un vero top di gamma, ma con prezzo decisamente ridotto rispetto ad un Samsung Galaxy S5. Di seguito trovate la nostra recensione.

Il Migliore prezzo dell’Huawei Ascend G7:

[wp_search_xml_best_price keywords=”Ascend G7″]