qualcomm snapdragon

Il Galaxy S6 arriverà a Barcellona senza il processore Qualcomm Snapdragon 810 perché scalda troppo secondo Samsung.

Dalla Corea, grazie a DigiTimes, arriva una notizia del tutto inaspettata e, se fosse confermata, che potrebbe avere dei risvolti negativi per il produttore di chip statunitense Qualcomm.

Galaxy S6 senza Snapdragon 810.

snapdragon

A Barcellona verrà, dunque, presentato il Galaxy S6 con chip Exynos di Samsung e il Qualcomm Snapdragon 810 potrebbe arrivare solo dopo alcuni mesi, sempre che l’azienda sudcoreana non decida di non utilizzare proprio il processore Qualcomm Snapdragon.

A quanto pare il nuovo SoC octa core a 64bit Snapdragon 810 ha un problema al processore applicativo (AP) che porta a scaldare troppo il chip. LG e Xiaomi che doteranno il G Flex 2 e il Mi Note Pro dello stesso processore sono a conoscenza del problema e proprio per questo, ad esempio, LG ha limitato la frequenza di clock del G Flex 2 a 2 GHz (la massima può arrivare a 2,8GHz), ma i due device arriveranno sul mercato come programmato.

Il problema sembra essere dovuto alla gestione dell’architettura big.LITTLE che gestisce i singoli core e che nelle mani di Qualcomm non riesce ad esprimere il proprio potenziale a causa dell’inesperienza dell’azienda statunitense nei processori octa core, esperienza, invece, in cui non defice Samsung che già da più di un anno lavora e produce questo tipo di variante del SoC e, anzi, è già iniziato la produzione della seconda serie.

Dal punto di vista dell’utente finale cambia poco o niente, ma quello che potrebbe cambiare è il mercato dei processori in cui Samsung potrebbe togliere una grande fetta a Qualcomm divenendo di fatto il primo produttore di processori al mondo se altre aziende dovessero rivolgersi all’azienda sudcoreana.